"Il professor Cilesi, morto a 61 anni, aveva patologie croniche"

Parla Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità: "Il suo è un decesso avvenuto nel quadro che coinvolge persone con polipatologie"

Il professor Ivo Cilesi, luminare della cura dell'Alzheimer, morto a Parma di coronavirus a 61 anni, a differenza di quanto era emerso negli ultimi giorni, aveva patologie pregresse. La conferma arriva da Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità che ha parlato del suo caso nel corso di una conferenza stampa della Protezione Civile a Roma. Il caso dell'esperto di Alzheimer  "che era stato presentato come il decesso di una persona apparentemente asintomatica o senza altre patologie, invece è risultato che aveva due o tre co-morbosità, quindi è un decesso avvenuto nel quadro che coinvolge persone con polipatologie".

Coronavirus: al 5 marzo i contagiati a Parma sono 150 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento