Vende (e regala) mascherine sfuse a chi ne ha bisogno: la farmacia Costa multata per oltre mille euro

E' nata una mobilitazione nazionale tra farmacisti per difenderla: scende in campo anche Federfarma

In tempi di emergenza coronavirus succede anche questo. La farmacia Costa di Parma è stata multata per oltre mille euro dalla Guardia di Finanza di Parma. La motivazione? Vendeva e regalava mascherine sfuse a chi ne aveva bisogno e non a pacchetti di 50 mascherine. Queste mascherine sono di solito vendute ai dentisti e sono confezionate in pacchetti da 50. Venderle singolarmente non è consentito. Nemmeno in tempi di emergenza, in cui tantissimi cittadini hanno bisogno di una singola mascherina e non certo di una confezione da 50. Le responsabili della farmacia Simoma Bertocco, la madre Maria Grazia Costa e la sorella Franca Lisa Scolari, che gestiscono la farmacia, hanno sottolineato di aver proceduto in quel modo per accontentare più gente che ha bisogno delle mascherine: "Se viene una persona e ne vuole una per andare a fare la spesa gliela vendo, se arriva un anziano che magari non ha spicci, allora gliela regalo. Ci vuole tanto a capire che così accontentiamo più gente?". Federfarma ha fatto sapere che difenderà la farmacia Costa per questa vicenda. 

"Se sarà necessario vieteremo anche le passeggiate" 

A Parma i casi di positività al coronavirus, secondo i dati di lunedì 16 marzo, sono 707

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento