Coronavirus: muore a 66 anni il medico parmigiano Luigi Ablondi

Era direttore della clinica Ancelle di Cremona dove ha probabilmente contratto il virus

Tra le vittime del coronavirus c'è anche un notissimo medico parmigiano, Luigi Ablondi. Il 66enne, ricoverato da qualche giorno all'Ospedale Maggiore di Parma in seguito alla positività da coronavirus, è deceduto nel pomeriggio di lunedì 16 marzo. Luigi Ablondi, originario di Corniana di Terenzo, lascia la moglie Iadana, la figlia Claudia e il fratello Mauro. Era il direttore sanitario della clinica Ancelle di Cremona: è proprio durante il suo lavoro, probabilmente, ad essere stato contagiato. Ablondi ha diretto, per circa dieci anni, l'Ospedale Maggiore di Crema. Alcuni sindaci della zona lo hanno ricordato con una lettera: 

"Caro direttore ti diciamo, con profonda tristezza, un immenso grazie. Se ne va un manager pubblico che racchiudeva in sé capacità gestionali e abilità politiche, non partitiche, che gli hanno permesso di portare l’ospedale cittadino a livelli di eccellenza"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento