Coronavirus, i musei riaprono: i visitatori dovranno rimanere ad un metro di distanza

E' uno dei provvedimento contenuti nel Decreto del Governo come misura per prevenire il contagio

I musei riaprono ma i visitatori dovranno rimanere ad almeno un metro di distanza uno dall'altro, come misura per prevenire un possibile contagio. E' quanto stabilito dal Decreto emanato dal Governo domenica 1° marzo per l'emergenza coronavirus

E' prevista come novità del decreto rispetto all’ordinanza, l’apertura al pubblico dei musei, delle biblioteche e degli archivi, delle aree e dei parchi archeologici, i complessi monumentali, ovvero i luoghi della cultura ricompresi all’articolo 101 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42. Aperture, però, a condizione che vengano assicurate modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro“. La misura è valida per Parma e per tutta l'Emilia-Romagna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento