Coronavirus: ecco cosa si può fare e cosa no a Parma dopo le ultime norme

Il vademecum per i cittadini della città e della provincia, dopo il decreto del 20 marzo, con le risposte alle vostre domande 

Dopo l'approvazione del decreto del Ministero della Salute del 20 marzo, che introduce nuove norme - valide su tutto il territorio nazionale dal 21 al 25 marzo - proviamo a fare chiarezza sulla situazione a Parma, dove - ricordiamo - restano in vigore le disposizioni contenute nell'ordinanza della Regione Emilia-Romagna - valida dal 19 marzo al 3 aprile - più restrittive rispetto anche alle ultimissime disposizioni governative.

Ecco le domande e le risposte sulle nuove norme e su come si applicano concretamente a Parma e provincia. 

Quando posso uscire di casa?
Gli spostamenti si possono effettuare solo per motivi di lavoro, di salute o per necessità - per esempio per comprare beni di prima necessità. Per provarlo, al momento del controllo da parte delle forze dell'ordine, serve l’autocertificazione (SCARICA IL NUOVO MODELLO). 

Posso andare a fare un passeggiata al parco?

La passeggiata al parco è vietata. L’ordinanza del Ministero della Salute del 20 marzo ha vietato l’accesso ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici. Le aree non recintate saranno sorvegliate dalle forze dell'ordine 

Posso fare attività fisica all’aperto?

Per quanto riguarda Parma e provincia l'attività fisica all'aperto non è consentita, secondo l'ordinanza della Regione del 19 marzo. Come sottolineato dal Comandante della polizia Locale l'attività motoria è consentita solo per motivi di salute, con un documento medico che lo certifichi. 

Posso portare fuori il mio cane? 

Si, è consentito far uscire il cane per i bisogni fisiologici ma devo rimanere nel raggio di 200 metri dalla mia residenza o dal domicilio dimostrabile

Posso portare il mio animale domestico dal veterinario?

Si ma solo per esigenze urgenti: i controlli di routine vanno rinviati. 

Sono separato o divorziato, posso andare a trovare i miei figli?

Sì, gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni o andarli a prendere sono consentiti.

Si può andare a messa?

Tutti i luoghi di culto sono stati chiusi.

I bar e i ristoranti?

Rimangono chiusi. Le norme del 20 marzo hanno chiuso anche i bar delle stazioni ferroviarie e delle aree di rifornimento di benzina. Rimangono aperti quelli degli autogrill in autostrada, ma possono vendere solo prodotti d’asporto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

Torna su
ParmaToday è in caricamento