Coronavirus, Pizzarotti: "Non dobbiamo smettere di vivere"

"Alberghi e strutture ricettive hanno disdetto del 90%, speriamo ci sia un’inversione di tendenza quando la situazione andrà verso la soluzione"

La parte dell’italia che resiste: una parte di paese che non si sottomette alla paura del coronavirus. Ospite di Antivirus, la trasmissione con cui Sky Tg24 apre la finestra dedicata all’emergenza sanitaria del Paese, è il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti. “Pur nel rispetto di quello che è il decreto e le misure di prevenzione, non dobbiamo smettere di vivere. All’estero passano le immagini delle zone ‘rosse’, ma ci sono persone che alzano la saracinesca ogni mattina. Oggi riapriamo i musei, la cultura permette a un territorio di continuare a vivere. La vita scorre come sempre, vogliamo farci trovare pronti quando queste misure termineranno. L’impatto sul comparto turistico? Alberghi e strutture ricettive hanno disdetto del 90%, speriamo ci sia un’inversione di tendenza quando la situazione andrà verso la soluzione. Anche la Francia e gli Stati Uniti stanno vivendo la stessa situazione. La nostra curva discendente verrà prima di altri paesi, ma speriamo che la gente torni a prenotare quello che oggi ha disdetto. I soldi della Regione? Noi intanto siamo in contatto con la catena di comando con la regione dell’Emilia Romagna. Il comparto della ristorazione e quello culturale sono i più colpiti, per colpa delle limitazioni da tenere. Saranno comparti fortemente toccati. Ma ci sono anche industrie e imprese, servirà un’iniezione di risorse economiche e ripartire al meglio. Le città non sono ferme, ogni cittadino può essere parte diligente e dimostrare che la città continua la sua vita. Bisogna comunicare positività. Serve rispettare tutte le misure che servono per fare in modo che il virus non si propaghi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento