Coronavirus, vacanze gratis per 200 sanitari dell'Emilia Romagna

Il ministro per gli affari regionali Boccia: "Dalle settimane più difficili di marzo- ricorda il ministro- sono arrivati volontariamente negli ospedali, nelle Rsa e nelle carceri emiliano romagnole oltre 200 operatori"

"La proverbiale ospitalita' dell'Emilia-Romagna si conferma tale ancora una volta. Anche per questo motivo c'è stata una naturale gara di solidarietà tra gli operatori sanitari residenti nelle altre regioni per venire in Emilia-Romagna nei momenti piu' critici della crisi sanitaria". Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ripartendo da Rimini dopo aver inaugurato l'Hub di Terapia intensiva insieme al Presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, e il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi. "Offrire una settimana di vacanza, quando vorranno nei prossimi dodici mesi, agli operatori sanitari volontari che, nei momenti più drammatici dell'emergenza Coronavirus, hanno risposto alla chiamata delle Protezione civile e sono stati impiegati in prima linea, è stato un gran bel gesto del presidente Stefano Bonaccini", afferma Boccia. "Dalle settimane più difficili di marzo- ricorda il ministro- sono arrivati volontariamente negli ospedali, nelle Rsa e nelle carceri emiliano romagnole oltre 200 medici, infermieri e Oss. Con questo gesto l'Emilia-Romagna si conferma campione di ospitalita'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Pasta al glifosato: ecco i marchi che la contengono (e quelli da non dare ai bimbi)

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Ferie blindate: niente vacanze in montagna e divieto di spostamento fuori regione per i parmigiani

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Firmato il Dpcm, coprifuoco e spostamenti: cosa cambia per i parmigiani

Torna su
ParmaToday è in caricamento