Stolen Tax, Maresciallo dei Carabinieri arrestato per falsità ideologica

Il maresciallo capo dei Carabinieri Massimo Giansanti, ai domiciliari, è accusato anche di calunnia, violazione di segreto istruttorio e favoreggiamento. Avrebbe depistato un indagine presentando una falsa informativa

A margine dell'operazione della Guardia di Finanza denominata Stolen Tax, che ha portato all'arresto di 5 persone, tra cui l'avvocato ed ex-presidente di Spip Alberto Pancrazi Liberati, è stato arrestato anche il maresciallo capo dei Carabinieri Massimo Giansanti, accusato di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, calunnia, violazione di segreto istruttorio e favoreggiamento. Si trova agli arresti domiciliari, come gli altri 5 arrestati dell'indagine principale. 

Secondo la ricostruzione degli inquirenti il carabiniere avrebbe presentato un'informativa falsa. Il motivo? Una falsa commercialista, arrestata nell'inchiesta su corruzione e fisco, voleva proteggere una persona a lei vicina e per questo motivo si sarebbe rivolta al Carabiniere per una denuncia per diffamazione presentata a carico di questa persona. Giansanti avrebbe indicato nell'informativa il nome di un'altra persona, proprio per favorire la falsa commercialista.  Il maresciallo è stato scoperto grazie ad alcune intercettazioni che erano state autorizzate nell'ambito dell'inchiesta Stolen Tax. 

STOLEN TAX: CORRUZIONE PER CANCELLARE I DEBITI 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tavolini ammassati e clienti senza mascherina: chiuso un locale di via Farini

  • Coronavirus, a Parma altro balzo: 14 nuovi casi

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Parma, ipotesi Longo come nuovo Ceo

  • Sindaci: eletti Fiazza a Fontevivo, Boraschi a Palanzano, Canepari a Pellegrino, Restiani a Varano e Concari a Soragna

  • Krause e il mercato: "A breve annunci: ringrazio i soci, ora decido io"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento