menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corsie riservate ai bus, in arrivo le telecamere per smascherare i 'furbetti'

In corso di installazione i sistemi di telecontrollo per l'accesso alle corsie bus di via Montebello, Via Zarotto e dei viali Falcone e Borsellino nella stazione di Parma

Le corsie preferenziali dei bus sono lo strumento più economico ed efficace a disposizione delle amministrazioni per favorire gli utenti del trasporto pubblico e quindi rendere più appetibile il servizio in termini di puntualità e velocità di esercizio. Il transito per queste vie preferenziali, oltre che essere vietato dal codice della strada ai veicoli privati, causa intralcio del traffico del servizio pubblico e dunque disservizi al sistema di mobilità sostenibile cittadino.

L’assessore Folli a questo proposito dichiara “Con l’implementazione degli strumenti tecnologici di controllo in queste strade sarà possibile mantenere costantemente monitorato l’accesso dei mezzi abilitati al passaggio nelle corsie riservate permettendo così di destinare ad altri servizi le forze di polizia municipale che a rotazione venivano destinate per sanzionare i veicoli privati a cui non è consentito l’accesso. Nello studio di fattibilità del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, attualmente in corso di lavorazione, uno degli elementi di indirizzo è sicuramente quello di favorire l’uso dei modi di trasporto a minor impatto ambientale e sociale e che assume come criterio guida l’uso efficiente delle risorse pubbliche per ridurre la dipendenza dall’uso dell’auto negli spostamenti di breve distanza”.

L’installazione ed il collaudo del funzionamento delle telecamere proseguirà per tutto il mese di agosto e l’attivazione dei 3 punti di controllo avverrà nel mese di settembre previo un’adeguata e preventiva comunicazione alla cittadinanza.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento