rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Corteo dei senza casa fino al Duomo: "Vescovo, apra le porte delle case vuote della Chiesa"

Dalla Prefettura a Piazza Duomo per parlare dell'emergenza abitativa: tante famiglie e singoli senzatetto in manifestazione insieme agli attivisti della Rete Diritti in Casa

"Usi le chiavi ed apra le porte dei tanti immobili di proprietà della Chiesa a favore dei senzatetto". E' questo l'appello del movimento di lotta per la casa che la mattina del 12 novembre ha promosso un corteo che si è creato spontaneamente dopo un presidio, convocato davanti alla Prefettura di Parma alle ore 9. Una sessantina di partecipanti, tra i quali molte famiglie e singoli senza casa o in emergenza abitativa: la loro richiesta è chiara. "La Chiesa dovrebbe aprire le tante case vuote di sua proprietà, che non utilizza e che potrebbe risolvere in gran parte il problema dell'emergenza abitativa. Nonostante l'appello del Vescovo questo non è ancora stato fatto: oggi siamo qui per chiedere di aprrire quelle porte". Dietro allo striscione principale 'Troppe case vuote, troppe persone senza casa' le famiglie della Rete Diritti in Casa: la rivendicazione è sempre quella di avere un tetto sopra la testa. E se l'assessore Rossi ha dichiarato che di case del Comune non ce ne sono più gli attivisti e le attiviste della Rete ribadiscono la necessità di trovare altre forme di aiuto, come per esempio quella che prevede l'utilizzo degli immobili della Chiesa Cattolica. Il corteo è proseguito senza tensioni da via Repubblica fino a piazza Duomo ed è poi confluito nel presidio dei curdi che protestavano in Piazzale della Pace contro la carcerazione di Ocalan e l'arresto dei deputati curdi del Parlamento turco, azione che sta facendo traballare la democrazia in Turchia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo dei senza casa fino al Duomo: "Vescovo, apra le porte delle case vuote della Chiesa"

ParmaToday è in caricamento