Corteo contro l'inceneritore. Pizzarotti contestato sotto al Comune

I parmigiani tornano in piazza contro l'inceneritore. Ad Ugozzolo l'impianto è pronto e ha già effettuato le prime prove che hanno avuto non pochi problemi. Il sindaco accolto dal grido: 'Buffone, buffone'

I parmigiani tornano in piazza contro l'inceneritore e arriva la contestazione diretta al sindaco Federico Pizzarotti del Movimento 5 Stelle. Prima della partenza del corteo nazionale contro l'inceneritore il primo cittadino è sceso in piazza Garibaldi per parlare con i manifestanti. Dopo uno scambio di battute con i No Termo è partita la contestazione di alcune persone al grido: 'Buffoni, buffoni'. 

VIDEO: TENSIONI DAVANTI ALLA PROVINCIA

VIDEO: TENSIONI IN PIAZZA GARIBALDI

VIDEO: PIZZAROTTI CONTESTATO 

Ore 18.30. Il corteo si è concluso. Dopo le schermaglie i manifestanti si sono portati in piazzale della Pace con striscioni e bandiere No inceneritore. Alcuni hanno lanciato bombe di semi per coltivare la collinetta dove è posto il monumento al partigiano. 

Ore 18.00. Il corteo si ferma davanti alla sede della Provincia, in piazzale della Pace, dove ci sono poliziotti e carabinieri in tenuta antisommossa. Ci sono le prime tensioni ma nessun contatto, mentre davanti all'ingresso presidia una camionetta della Polizia. Dopo alcuni momenti di agitazione i manifestanti hanno lanciato sacchi di plastica neri, come quelli che consegnarono al presidente Bernazzoli durante l'episodio del calcio a Dario Alberici. I manifestanti hanno lanciato solo sacchi neri e nessun sasso, come riportato da altre testate. 

Ore 17.15. I manifestanti proseguono il corteo su viale Mentana: ci sono interventi anche da parte di esponenti di alcuni comitati in Italia, da quello contro le grandi navi nella laguna di Venezia a quello contro le discariche in Abruzzo. Poi Cristina Quintavalla ha preso la parola e ha criticato il sindaco Pizzarotti e l'amministrazione a 5 Stelle. In corteo anche i manichini di cartone di Pizzarotti, Grillo e Bernazzoli.

I manifestanti, qualche centinaio, si sono radunati davanti alla Prefettura e hanno iniziato a gridare slogan con il megafono, sullo striscione che apre il corteo la scritta "Vogliamo democrazia non accettiamo rifiuti". Insieme ai No Termo ci sono anche le bandiere di Rifondazione comunista e del sindacato Usi, il Pcl, il comitato "Radicati in Abruzzo e il gruppo anarchico Cieri.

Ore 17. I manifestanti hanno attaccato un cartellone satirico sull'Unicredit di via Repubblica e strisce con la scritta "Iren", ma sono comparse scritte anche sul nuovo presidente di Iren, Francesco Profumo.

Ore 16. Il corteo è partito da piazza Garibaldi. Schieramento di forse dell'ordine a sorvegliare la manifestazione, colorata dalle bandiere dei No Termo dell'Assemblea Permanente contro gli Inceneritore. Cristina Quinatavalla ha preso la parola: "Solidarietà ai lavoratori della Cft che hanno avuto la notizia dei 64 esuberi ed hanno trovato gli ingressi dell'azienda con transenen e bodyguard". Slogan dalla piazza: "All'Ecomostro dico no". A sorvegliare la situazione dall'alto anche un elicottero delle forze dell'ordine.

PIZZAROTTI CONTESTATO. Mentre il sindaco si allontanava dalla piazza per sposarsi davanti al Comune ci sono state anche alcuni spintoni. Il sindaco ha parlato con l'avvocato Arrigo Allegri e con Luigi, attivista dell'Assemblea Permanente. I manifestanti hanno accusato l'amministrazione di non aver fatto nulla per impedire l'apertura dell'impianto. Il sindaco ha risposto parlando delle azioni fatte dal Comune, ultima la sanziona annunciata a Iren per la scadenza del permesso a costruire.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento