rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Covid, luglio 2022 da incubo: a Parma 5.000 casi in più rispetto a un anno fa. E 8 morti

Il virus, nella nostra provincia, è tornato a farsi sentire in modo violento: l'anno scorso, nei primi 12 giorni di luglio, c'erano stati appena 130 casi e zero decessi

Quasi cinquemila contagi contro i 130 dei primi dodici giorni del luglio 2021. E otto morti contro nessun decesso (nello stesso periodo). Il Covid, un'estate dopo. I numeri parlano chiaro e sono lì a raccontare di un virus che rispetto a un anno fa è tornato prepotentemente a farsi sentire nella vita dei parmigiani. Confrontando i contagi dei primi 12 giorni del luglio 2021 con lo stesso periodo di  quest'anno, saltano subito agli occhi differenze enormi: perché se un anno fa i positivi nel periodo 1-12 luglio erano stati appena 130, quest'anno, sempre nello stesso arco temporale, i contagi da Covid nella nostra provincia sono stati 4.890. Una differenza enorme. La gravità del confronto non regge nemmeno per quanto riguarda i decessi: se un anno fa tra il primo e il 12 luglio non c'erano stati morti, quest'anno nello stesso periodo si sono registrati 8 decessi. Il segnale che il virus è tornato a colpire in modo brutale, in un periodo, l'estate, in cui generalmente avrebbe dovuto attenuarsi come nei due anni di pandemia precedenti. C'è chi dà la colpa all'alleggerimento dei dispositivi di protezione (mascherine in primis), chi a una variante, l'Omicron 5, decisamente più infettiva delle altre. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, luglio 2022 da incubo: a Parma 5.000 casi in più rispetto a un anno fa. E 8 morti

ParmaToday è in caricamento