Covid, l'appello del nuovo Questore: "Segnalateci gli assembramenti"

Massimo Macera: "Non sono delazioni: persone normali ci avvisano se vedono situazioni di irregolarità rispetto alle norme anti Covid-19"

Il nuovo Questore di Parma Massimo Macera, appena insediato, pone l'attenzione anche sulla necessità del rispetto delle regole relavite al contenimento dei contagio da coronavirus. E lancia un appello: ai genitori, per quanto riguarda i figli e a tutti i cittadini. 

"Mi riferiscono ad una sparuta minoranza che non osserva le regole, molte volte fatta da ragazzini che probabilmente non percepiscono il peso delle loro azioni e non sono responsabilizzati" esordisce il neo Questore. Faccio un appello a tutti e in particolare ai genitori. Dobbiamo rispettare poche regole: il distanziamento, la mascherina, il lavare le mani. Non è che stiamo chiedendo chissà che cosa" prosegue Massimo Macera. "Ho la piena consapevolezza di quanto sia odioso per i poliziotti - prosegue il Questore - svolgere un'attività odiosa: ovvero di evitare che ci siano contatti sociali, in termini fisici. In tempi ordinari nessuno di noi si sognerebbe di fare e di imporre. Penso a quanti sforzi debbano fare per imporre certe cose: pensate quando è molti più difficile per i poliziotti".

massimomacera-questore-parma-2

"Non stiamo dicendo di fare gli spioni - sottolinea Macera in merito alle segnalazioni alle forze dell'ordine - ma le indicazioni sugli assembramenti devono essere fatte, ma non sono delazioni. Sono persone normali che ritengono di avvisare le forze dell'ordine per  evitare che ci siano questi assembramenti. Vorrei che si continuasse su questa falsa riga: se ci sono assembramenti segnalateli alle forze dell'ordine. I poliziotti invitano le persone che vedono senza mascherina ad indossarla se per esempio hanno appena finito di mangiare o di bere".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm di Natale, scatta lo stop ai viaggi: ecco quando ci sarà il divieto di spostamento

  • Covid: Parma zona gialla da domenica 6 dicembre

  • Verso il lockdown di Natale: coprifuoco e stop agli spostamenti tra regioni

  • Nuova ordinanza: Parma resta arancione, negozi aperti la domenica

  • Pizzarotti: "Da venerdì torneremo in zona gialla"

  • Coprifuoco alle 23 e deroghe ai nonni per le feste di Natale: verso il Dpcm del 3 dicembre

Torna su
ParmaToday è in caricamento