rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Covid, resta la mascherina all'aperto. Possibile riapertura delle discoteche il 15 febbraio

Il Governo discuterà sui locali da ballo, unico comparto fortemente penalizzato, secondo i gestori. E da lunedì, multe per gli over 50 non vaccinati

Si va verso la proroga dele misure di contenimento del Covid 19 valide fino a domani. A Parma e provincia sarà ancora necessaria la mascherina all’aperto. Nel nuovo consiglio dei ministri, si discuterà anche per quanto riguarda la riapertura delle discoteche. Probabilmente il 15 di febbraio, quando per gli esperti potrebbe esserci un calo evidente della curva epidemica. La data per il fine chiusura dei locali era fissata al 31 gennaio. I gestori fanno leva sul fatto che il settore sia l'unico penalizzato in maniera molto dura, ma il Governo tiene alta la guardia e rimanda. 

Intanto a Parma il covid non molla. Nella giornata di ieri si sono registrati più di 1.000 casi: 1.168, con due decessi e un leggero calo del numero dei pazienti ricoverati in terapia intensiva. Sono 17. Resta alta l'attenzione al Maggiore di Parma, con l'appello di non abbassare la guardia, di usare precauzioni e dispositivi di protezione, oltre che con l'invito a vaccinarsi. 

I NEGOZI

Da martedì scatta anche l’obbligo di avere almeno il green pass base — che si ottiene con il tampone antigenico (valido 48 ore) oppure molecolare (valido 72 ore) — per entrare nei negozi. Nei supermercati che vendono alimentari, animali domestici e prodotti per la loro cura e il cibo, carburante per autotrazione, articoli igienico-sanitario, farmacie e altri medicinali, articoli medicali e ortopedici, materiale per ottica, combustibile non sarà obbligatorio esibirlo. 

VACCINI PER GLI OVER 50

Da martedì 1 febbraio scatteranno le multe di 100 euro per chi ha più di 50 anni e non ha rispettato l’obbligo di vaccinarsi. Ci saranno ancora due settimane di tempo, fino al 15 febbraio, prima che questo obbligo valga anche per andare a lavorare. Da quel giorno chi non sarà vaccinato verrà ritenuto assente ingiustificato e non potrà esercitare le funzioni, nè percepirà lo stipendio. Se sarà trovato sul posto di lavoro senza certificazione rischierà una multa da 600 a 1.500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, resta la mascherina all'aperto. Possibile riapertura delle discoteche il 15 febbraio

ParmaToday è in caricamento