Crac Parmalat, Tanzi resta in carcere: il tribunale rigetta le istanze

Il regime di detenzione per l'ex patron di Parmalat, 72 anni e qualche problema cardiaco, resta quello già deciso al momento del suo ingresso in carcere con il monitoraggio costante delle condizioni di salute

Il tribunale di sorveglianza di Bologna ha rigettato le istanze di scarcerazione presentate dai legali di Calisto Tanzi. L'ex patron di Parmalat resta quindi in carcere a Parma. Le istanze di scarcerazione erano state presentate all'ufficio di sorveglianza di Reggio Emilia che fa capo al tribunale di Bologna. Il regime di detenzione per Tanzi, 72 anni e qualche problema cardiaco, resta quello gia' deciso al momento del suo ingresso in carcere. L'ex numero uno di Parmalat e' in una cella singola della sezione 'minorati fisici', sotto monitoraggio costante delle sue condizioni di salute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento