Crac Parmalat, sequestrata la villa di Laura Tanzi a Fontanini di Vigatto

La Procura ha ottenuto il provvedimento per la casa della figlia dell'ex patron, sarebbe stata costruita con alcuni fondi 'prelevati' dall'azienda di Collecchio in fallimento

Parmalat

Altro capitolo delle indagini e i dei processi relativi al crac della Parmalat dell'ex patron Calisto Tanzi. Il filone dell'inchiesta riguarda i quadri di Tanzi che secondo l'accusa sarebbero stati occultati da cinque persone, ora indagate. Tra queste il genero di Tanzi, Stefano Strini. La villa della moglie Laura Tanzi è stata posta sotto sequestro dall'autorità giudiziaria: il gip Paola Artusi ha concesso il provvedimento preventivo per la casa posta a Fontanini di Vigatto. Il motivo è che questa villa sarebbe stata costruita anche con alcuni fondi della vecchia Parmalat.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento