menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Crac Parmalat, Tanzi in Tribunale: "Non ho mai pensato di fuggire"

Il suo avvocato ha consegnato il passaporto dell'ex patron di Parmalat ai magistrati. Un gesto di protesta dopo che la Procura di Milano aveva richiesto l'arresto per Tanzi adducendo a motivazione il pericolo di fuga dell'imputato

"Non ho mai pensato di fuggire". Cosi' Calisto Tanzi, ex patron Parmalat, in una pausa del processo per il crac finanziario del Gruppo di Collecchio, che vede oggi l'arringa dei suoi difensori in aula.

''Sono andato in Ecuador - ha aggiunto - su consiglio sbagliato del mio ex avvocato nell'attesa che si calmassero un po' le acque. E comunque sono tornato'', ha spiegato Calisto dopo che il suo nuovo legale ha depositato il passaporto dell'ex patron al Tribunale che lo sta giudicando per il crac del 2003.


Un gesto plateale che ha inteso compiere per manifestare contro la richiesta di arresto di Tanzi della Procura di Milano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento