Cronaca

Crea un profilo Facebook con le foto hot di una 16enne: condannato per diffamazione

Il giovane studente universitario aveva utilizzato un pc dell'Ateneo per pubblicare le immagini che il fidanzato aveva girato ad un amico: assolto dal reato di diffusione di materiale pedopornografico

Condannato per diffamazione ma assolto dal reato più grave, ovvero diffusione di materiale pedopornografico. L'accusa è quella di aver creato un falso profilo Facebook per diffondere sul Web immagini hot di una ragazzina di 16 anni che, dopo aver realizzato le foto con il suo fidanzato dell'epoca, si è vista il profilo sul social network con le foto delle sue parti intime. Un giovane studente universitario che all'epoca dei fatti aveva 23 anni è stato condannato al pagamento di 3 mila euro. Qualche mese prima la 16enne ed il suo ragazzo si erano scambiati foto intime, con la promessa che nessuno dei due l'avrebbe mai diffuse. Il giovane invece le aveva passate ad un compagno di scuola, che le aveva poi fatte circolare online. Lo studente universitario condannato ieri, secondo l'accusa, aveva creato un profilo Facebook fake per diffondere proprio quelle immagini. Su Facebook le immagini ed il profilo erano stati commentati con battute volgari e sessiste e la 16enne si è ritrovata in un vortice di paura e angoscia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crea un profilo Facebook con le foto hot di una 16enne: condannato per diffamazione

ParmaToday è in caricamento