Crisi, nasce il Coordinamento Lavoratori Autorganizzati

Dopo due incontri sul tema del lavoro e del sindacato alcuni lavoratori e lavoratrici hanno dato vita ad una rete di persone che, al di là delle appartenenze, si mobiliterà contro i licenziamenti

Nasce il Coordinamento Lavoratori Autorganizzati

E' iniziato tutto con due incontri sul tema del lavoro e della crisi economica, il primo -tenutosi presso il circolo Argonne- nato sotto la sigla dei lavoratori autoconvocati, per discutere principalmente del caso del sindacalista Mauro Caffo, escluso dalla Cgil dopo gli scontri in occasione del passaggio sul territorio parmense del Giro di Padania, il secondo su sindacati e diritti del lavoro, presso il circolo dei dipendenti comunali di viale Mentana, centrato sui modi per reagire alla crisi economica che sta interessando molti lavoratori, in cassa integrazione o colpiti dai licenziamenti.

Dai partecipanti a questi incontri è nata l'idea della creazione del Coordinamento Lavoratori Autorganizzati Parma che si pone lo scopo di rivendicare i diritti sul posto di lavoro e di portare solidarietà alle numerose vertenze che stanno interessando in questo periodo il territorio parmigiano, in cui le aziende in crisi o che hanno deciso di chiudere i battenti sono in aumento.

"Il Coordinamento -si legge in una nota del neonato gruppo- individua nell’autorganizzazione delle lotte il terreno su cui è oggi possibile unirsi, al di là dell’appartenenza a questo o a quel sindacato, per cercare di reagire, iniziando col mettere in collegamento i lavoratori – italiani e immigrati –  dispersi sul territorio e provando così a rompere l’isolamento che ci rende deboli e vulnerabili". Il nome scelto è Coordinamento Lavoratori Autorganizzati di Parma: la rete è composta da lavoratori e lavoratrici che, al di là delle sigle sindacali, si incontrano su alcuni punti come l'opposizione ai licenziamenti e i tagli agli stipendi. In cantiere ci sono alcune iniziative pubbliche che verranno promosse nei prossimi mesi, concentrate sui licenziamenti e sulle analoghe esperienze attive in altre città, come Milano o Bologna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sepe cuore d'oro: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

  • Coronavirus, manca la manodopera per la coltivazione dei pomodori: ecco come candidarsi

  • Coronavirus - Parma piange altri 14 morti, 48 nuovi casi: il totale arriva a 2.365

  • Coronavirus: muore a 60 anni l'attivista dei 5 Stelle Cinzia Ferraroni

  • Coronavirus: muore a 54 anni Roberto Bocchi

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

Torna su
ParmaToday è in caricamento