Cronaca

Pizzarotti è 24°. Gradimento al 58%. Parma 16° per i servizi

Federico Pizzarotti si piazza al 24esimo posto in Italia, con un indice di gradimento del 58,4%. Parma si piazza invece al 16esimo posto per quanto riguarda la qualità dei servizi, con un indice di gradimento del 57%

Rivelazioni Datamonitor sugli indici di gradimento dei sindaci e dei servizi dei Comuni. Federico Pizzarotti si piazza al 24esimo posto in Italia, con un indice di gradimento del 58, 4%. In regione il sindaco del Movimento 5 Stelle è terzo: davanti a lui il sindaco di Ferrara Tagliani e il sindaco di Reggio Emilia Delrio. Parma si piazza invece al 16esimo posto per quanto riguarda la qualità dei servizi, con un indice di gradimento del 57%, in leggero calo rispetto all'ultima rilevazione. In regione spicca Reggio Emilia che si piazza al terzo posto dopo le 'storiche' Bolzano e Trento.

SINDACI. Primo Paolo Perrone, sindaco di Lecce, seguito da Mario Lucini (Como) e Vincenzo De Luca (Salerno): questo il podio, secondo la 18/ma edizione dell'indagine Monitorcittà di Datamonitor, dei 'primi cittadini' più apprezzati nel secondo semestre 2012. Perrone, eletto per il centrodestra e al suo secondo mandato, é apprezzato dal 64,2% dei suoi concittadini, e ha guadagnato rispetto al primo semestre 2012 il 4,4%. Lucini (centrosinistra, eletto a maggio scorso), ha conseguito un gradimento del 63,8%; sale poi dello 0,5% Vincenzo De Luca (centrosinistra), arrivando a quota 63,5%. Lo studio prende in esame il gradimento dei sindaci che riescono a ottenere più del 55% di gradimento da parte dei cittadini. Sui 110 comuni capoluogo monitorali sono 49 in quest'edizione quelli che sono riusciti a entrare nella 'top 55%' (erano 45 nell'edizione precedente). La graduatoria di Datamonitor vede al quarto posto il sindaco di Palermo Leoluca Orlando (centrosinistra), con il 63%, e in leggera flessione Graziano Delrio di Reggio Emilia (centrosinistra), con il 64,1% (-1,3%). In sesta posizione il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini, eletto a maggio dell'anno scorso, che incassa il 62,5% di gradimento. Tra le città metropolitane svetta il +5% del sindaco di Milano Giuliano Pisapia, che sale al 61,2% (10/mo), il 4,8% del primo cittadino di Genova Marco Doria (14/mo), forte del 60,7%, il calo del 5,6% del sindaco di Napoli Luigi De Magistris (19/mo con il 59,6%), il -1,8% di Fassino a Torino (20/mo con il 59,2%), il -2,3% di Matteo Renzi a Firenze (39/mo al 56,1%), la flessione del 5,2% di Massimo Zedda a Cagliari (47/mo con il 55,2%).

SERVIZI. Sono ancora le città del Nord ad imporsi nella graduatoria della qualità dei servizi erogati dai Comuni. Anche quest'anno, certifica l'indagine Monitorcittà di Datamonitor, ai primi due posti troviamo Bolzano e Trento (rispettivamente con il 76,9 e il 69,9% di gradimento), seguite da Reggio Emilia con il 66,1%. Più distanziate troviamo Belluno con il 63,9%, Pordenone (62,5%), Verbania (61,2%), Udine (59,6%), Biella (59,4%), Sondrio (59,1%) e Aosta (58,7%). Con la sola eccezione di Siena (15/ma con il 57,9%), i primi 20 posti della classifica sono occupati da città del Nord. La classifica dell'apprezzamento dei servizi dei primi 20 comuni italiani è ottenuta attraverso un indice medio relativo al livello di soddisfazione espresso dai cittadini intervistati su 23 servizi (anagrafe/stato civile, tributi, URP, servizi scolastici, politiche per le imprese, servizi sociali, sicurezza, polizia municipale, raccolta rifiuti, pulizia delle strade, manutenzione stradale, illuminazione stradale, verde/parchi pubblici, edilizia/urbanistica, turismo, cultura/spettacolo, sport, viabilità/traffico, parcheggi, trasporto pubblico, gas, acqua, elettricità).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzarotti è 24°. Gradimento al 58%. Parma 16° per i servizi

ParmaToday è in caricamento