Bando ricercatori: premiato lo studio di Davide Martorana sulle malattie rare

Davide Martorana, biologo della struttura di Genetica medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma diretta da Tauro Maria Neri, è uno tra i vincitori della seconda edizione del bando regionale Giovani ricercatori “Alessandro Liberati” 2013

Davide Martorana, biologo della struttura di Genetica medica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma diretta da Tauro Maria Neri, è uno tra i vincitori della seconda edizione del bando regionale Giovani ricercatori “Alessandro Liberati” 2013.

Martorana, impegnato da circa 10 anni nello studio delle patologie autoimmuni infiammatorie, coordinerà la ricerca volta a sviluppare una strategia terapeutica per i pazienti colpiti da vasculiti, basandosi sulla valutazione del corredo genetico ed immunologico attraverso un semplice prelievo di sangue.

Il progetto si inserisce nell’ambito della Medicina personalizzata, un approccio innovativo che permette di attuare cure mirate, tenendo conto delle caratteristiche individuali. Lo studio coinvolgerà anche  l’unità operativa di Nefrologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e l’IRCCS  dell'Azieda Ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia.

La ricerca, che ha ottenuto un finanziamento di 234.000 euro, si occupa in particolare del trattamento delle vasculiti ANCA-associate, malattie rare autoimmuni che comportano l’infiammazione dei vasi sanguigni. I meccanismi che portano allo sviluppo di tali patologie sono conosciuti solo in parte, si presume che componenti genetiche associate a fattori ambientali, come infezioni batteriche, portino alla comparsa dei primi sintomi e ne influenzino il decorso.

L’attuale terapia impiegata per il trattamento delle vasculiti non è sempre efficace. I risultati dello studio potrebbero quindi consentire di offrire la terapia solo a coloro che possiedono alte probabilità di beneficiarne, evitando allo stesso tempo di esporre a rischi i pazienti che non ne trarrebbero vantaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In totale sono stati 170 i progetti di ricerca presentati al bando Giovani ricercatori, nell’ambito del programma Regione-Università Emilia Romagna, dalle 4 Aziende Ospedaliero-Universitarie di Parma, Bologna, Modena, Ferrara, Istituto Ortopedico Rizzoli e l’Istituto delle Scienze neurologiche. Il budget messo a disposizione, ha permesso di finanziare i progetti presentati da 13 giovani ricercatori, per un totale di 2.5 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento