Paolo De Castro: "Il Pac crede nelle Oi come il Distretto del Pomodoro"

La nuova Pac punta sulle Organizzazioni di produttori e sulle Organizzazioni interprofessionali, come il Distretto del Pomodoro da Industria del Nord Italia. Il presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo in Provincia

La nuova Pac punta sulle Organizzazioni di produttori e sulle Organizzazioni interprofessionali, come il Distretto del Pomodoro da Industria del Nord Italia, per organizzare al meglio le filiere in chiave futura e il Distretto chiede che vi sia un riconoscimento applicativo degli intenti emersi dai contenuti della nuova Pac. Questo i temi trattati nell’incontro tra l’onorevole Paolo De Castro, presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, e il Distretto del Pomodoro da Industria del Nord Italia avvenuto ieri in Provincia a Parma.

“L’Europa – le parole pronunciate da De Castro dopo aver introdotto le principali novità della Pac - ha scelto Op e Oi come soggetti per organizzare le filiere in modo da ridurre la frammentazione e dare maggiore forza al comparto. E’ stata una presa di posizione importante che auspichiamo aiuti a risolvere le problematiche. Tra le novità più importanti – ha aggiunto - il fatto che i Psr possano finanziare direttamente proprio le Op e le Oi”. Considerato il ruolo che le Oi come il Distretto potranno svolgere in sede di applicazione dei nuovi Psr l’Europa ha dunque ritenuto di importanza decisiva che Op e Oi siano esplicitamente previste come soggetti beneficiari e attuatori dei Psr dato il loro ruolo potenzialmente cruciale per lo sviluppo delle filiere sia sotto il profilo della competitività sia per le tematiche connesse alla sostenibilità ambientale e all’innovazione così come per un’equa distribuzione del valore aggiunto lungo la filiera. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora fondamentale è la massima attenzione nella fase di predisposizione, sia a livello europeo sia a livello nazionale, delle misure applicative degli atti delegati derivanti dalle linee della nuova Pac. “Bisognerà fare grande attenzione – ha ribadito De Castro – da qui a Natale, periodo della scrittura dei testi definitivi, e andare a scovare eventuali incongruenze tra gli accordi politici e i dettagli normativi. Dobbiamo essere tempestivi e non arrivare in ritardo come spesso accaduto in passato”. Soddisfatto dell’incontro il presidente del Distretto Pier Luigi Ferrari: “siamo reduci da una campagna non facile, ma intendiamo ribadire la volontà di creare condizioni affinché la realtà del Distretto ottenga risultati. Ringraziamo De Castro per la determinazione, la tenacia e l’equilibrio che ha dimostrato nel ricoprire il suo incarico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Referendum del 20 e 21 settembre: tutte le informazioni sul voto

  • Covid: a Parma sei positività tra il personale scolastico

  • Coronavirus, Parma seconda in regione per numero di casi: 21 in più

  • Il Babbo più Bello d'Italia è il parmigiano Alessio Chiriani 

  • Parma-Krause: in arrivo i milioni degli americani

  • Apre un bed and breakfast ma non comunica le generalità dei clienti alla Questura: titolare denunciata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento