"Ecco come quel medico ha abusato di me: palpeggiamenti nelle parti intime"

G.Z. è una delle prime vittime del medico chirurgo bariatrico al centro dell'attenzione negli ultimi giorni: ha deciso di raccontare la sua storia a Parmatoday

G.Z. è una delle prime vittima del medico chirurgo bariatrico al centro dell'attenzione negli ultimi giorni dopo un servizio della trasmissione televisiva 'Le Iene' che ha mostrato come il professore, nonostante una pioggia di denunce nei suoi confronti, l'arresto del 2016 e l'interdizione dall'esercizio della professione per un anno, abbia continuato a visitare le pazienti. Durante il servizio vengono denunciati presunti abusi che avrebbe commesso anche ai danni delle nuove pazienti. G.Z., che è stata una delle prime donne ad uscire allo scoperto, ha deciso di raccontare la sua storia a Parmatoday. Dopo l'uscita del primo articolo che parlava del medico ha deciso di denunciarlo. Molte vittime, come lei, sono tornate nello studio del medico anche per condizionamento psicologico. Due mesi ha testimoniato contro il medico in Tribunale a Parma. 

Come ha conosciuto il chirurgo e quando ha iniziato a fare visite specialistiche con lui? 

"L'ho conosciuto nel 2010 perchè lavorava alla Città di Parma e dovevo essere operata per sostituire una valvola, che si era danneggiata dopo un precedente intervento durante il quale mi avevano messo un bendaggio gastrico per contrastare l'obesità. Lui visitava privatamente nel suo studio di Parma: l'intervento a cui poi sono stata sottoposta invece era coperto dal Servizio Sanitario. Avevo già sentito alcune voci di donne che dicevano che questo chirurgo bariatrico palpeggiava le pazienti. In giro si diceva che "faceva una visita ginecologica" (non essendo ginecologo). Io, sapendo di essere una donna forte, sono andata lo stesso, pensando di poterlo tenere a bada. Ho iniziato ad andare nel suo studio a Parma: le visite erano come me le avevano descritte".

Cosa succedeva durante le visite? 

"Durante la prima visita mi ha fatto spogliare nuda, poi ha iniziato a palpeggiarmi anche nelle parti intime, il seno e il pube,e ha cercato di baciarmi. Dopo mi ha fatto mettere in piedi e lui si è messo dietro di me ed io, dopo aver sentito i suoi genitali, mi sono irrigidita e mi sono scostata. Non volevo ma lui lo faceva lo stesso. Mi sono sentita abusata: non c'era il mio consenso. Lui mi metteva le mani sul seno e nelle parti intime. Una volta mi sono arrabbiata, gli ho detto basta e poi ho interrotto il percorso. Nel gennaio del 2010 mi ha operato alla città di Parma.

Cosa è successo prima dell'intervento?

"Il giorno prima dell'intervento, visto come era andata la prima visita, ho chiesto ad una persona di starmi accanto. Questa persona si è dovuta allontanare un attimo e, approfittando del fatto che fossi sola, il medico mi ha chiamata e mi ha portata in questa stanza. Non era una sala operatoria: c'era un lettino con un grosso faro. Mi ha detto che mi portava lì perchè mi doveva preparare anche se io avevo chiesto spiegazioni rispetto all'assenza degli infermieri. Io ingenuamente ci sono andata. Quando mi sono svegliata ero un pò frastornata: non ricordo più niente. Sono entrata in quella stanza con indosso solo il camice, senza intimo. La mia sensazione è che mi avesse fatto qualcosa. Le altre donne vittime di abusi poi mi hanno detto che lui si vantava di 'dare l'anestesia alle ragazze', con uno spray anestetizzante. Con lui ho fatto altre due visite dopo l'intervento: dopo un episodio simile a quello della prima visita me ne sono andata ed ho interrotto il percorso. Avendo già una situazione clinica avviata non avevo molte possibilità di rivolgermi ad altri medici".

Dopo che la notizia dell'arresto del medico è finita sui giornali lei ha deciso di denunciare

"Dopo l'uscita del primo articolo che parlava degli abusi sessuali del medico mi sono messa in contatto con un maresciallo dei carabinieri e ho sporto denuncia nei suoi confronti: la denuncia è stata fatta nel 2016. Tutti lo sapevano ma nessuno interveniva. Io ho trovato la forza di fare denuncia solo dopo aver letto la notizia. Il 1° febbraio ho reso la mia testimonianza in Tribunale a Parma: davanti al Giudice ho descritto gli abusi subiti durante le visite nel suo studio. Il medico era in aula ed aveva un atteggiamento beffardo nei miei confronti: addirittura si è messo a ridere. Tutte le ragazze, dopo aver testimoniato, sono uscite dall'interrogatorio sconvolte. Il medico era in aula e rideva. 

Ora è tornato a visitare e ad operare le donne che si rivolgono a lui per problemi di obesità

"Ma stiamo scherzando? Non esiste che visiti ed operi ancora dopo quello che ha fatto e tutte le denunce per abusi sessuali che sono state presentate nei suoi confronti. Che io sappia opera ancora a Lecce e a Brescia: è incredibile, inaccettabile"

Come ha vissuto gli anni successivi alle molestie sessuali?

"Nel corso di questi nove anni ho pensato più volte a quello che ho subito in quello studio. Solo all'idea mi viene il vomito. Lui, oltretutto, si vanta in giro delle sue performance. Molte altre donne, come me, sono state sue vittime e stanno testimoniando in Tribunale in questi mesi

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Fatture false, società fantasma e fondi di denaro 'occulti' per evadere il fisco, tre arresti: sequestrati immobili di lusso

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

  • Gioca 5 euro e vince 66 milioni di euro: maxi vincita al Superenalotto a Basilicagoiano

Torna su
ParmaToday è in caricamento