Montanara, il Pd promuove un'iniziativa contro il degrado: "Discariche, fontane chiuse e ritardo nei lavori"

"Alcune realtà del nostro quartiere- scrive il Pd-stanno andando in malora con la presenza di occupazioni abusive e di gruppi a rischio di devianza sociale, ne consegue che si stanno creando zone dove girare di sera diventa pericoloso"

"Il Circolo PD Montanara -si legge in una nota- promuove sabato 17 ottobre dalle ore 10 alle ore 12 in Largo 8 Marzo “Stop al degrado al Montanara!”: una conferenza stampa e un’iniziativa pubblica accompagnata da una mostra fotografica per denunciare il grave stato di degrado in cui versa il quartiere totalmente abbandonato dall’Amministrazione Comunale. L’appuntamento si inserisce nel percorso di ParMap, il progetto di partecipazione promosso dalla segreteria cittadina del PD di Parma, che porterà ad ulteriori iniziative pubbliche nei vari quartieri. Vivere in comunità all’interno di un quartiere richiede una serie di requisiti, in particolare adeguati servizi alla persona e interventi per la sicurezza dei cittadini, ambientale e del vivere quotidiano. Nel quartiere Montanara da qualche anno però queste scelte al posto di essere ampliate sono state pian piano ridotte se del tutto non smantellate.  Alcuni esempi (fra i tanti) della politica sul territorio dell’attuale amministrazione 5 Stelle: fontane pubbliche chiuse, discariche nel centro del quartiere (tra via Raimondi e via Carmignani), verde pubblico privatizzato, spazi sportivi chiusi, strutture abbandonate come il podere Cinghio o come l’intero plesso ex centro civico di Largo 8 Marzo o ancora la Foresteria e Villa Ghidini. Tali realtà, importanti per il nostro territorio, stanno andando in malora con la presenza di occupazioni abusive e di gruppi a rischio di devianza sociale; ne consegue che si stanno creando zone dove girare di sera diventa pericoloso. Il degrado e l’incuria avanzano, causa la mancata manutenzione e un sistema di raccolta dei rifiuti troppo radicale.

I furti nelle abitazioni sono diventati una costante e non si vede nemmeno l’ombra dei tanto sbandierati vigili di quartiere. Per completare il quadro, il canale Cinghio, che entra in sotterranea in via Aleotti all’altezza di largo Guercino (già esondato quattro volte con conseguente allagamento delle abitazioni vicine), è lasciato in stato d’abbandono creando un grande pericolo ogni volta che si producono piogge copiose. Non da ultimo è il ritardo scandaloso nell’esecuzione dei lavori sul greto del Baganza: la lezione del 13 ottobre 2014  sembra non essere servita a niente.

Tutte queste problematiche sono state denunciate più volte dal Circolo PD Montanara, accompagnate da proposte costruttive, anche nella sede del percorso partecipativo voluto dall’Amministrazione denominato ”Il verde del Montanara”: una vera beffa  dove alle parole e alla spesa del progetto non è seguito un solo intervento. Vista la situazione di pericolo e considerata l’insensibilità dell’Amministrazione Comunale, pensiamo che interventi urgenti della Protezione Civile e del Prefetto siano indispensabili per dare tranquillità ai cittadini per non permettere alla sfiducia e alla assegnazione di prevalere in un quartiere da sempre caratterizzato per la forte e radicata sensibilità civica e democratica. La cittadinanza è invitata a partecipare".
 

Potrebbe interessarti

  • Parma, tappa per BlaBlaBus: si viaggia in tutta Europa

  • Morso del ragno violino: cosa fare

  • Bere alcolici fa male: il vero sballo è dire no

  • Come pulire e igienizzarei bidoni della spazzatura

I più letti della settimana

  • Tragico schianto in moto contro l'ambulanza, il fidanzato muore: 27enne di Parma in prognosi riservata

  • Tragedia a Colorno: ciclista 54enne cade sull'Asolana e muore

  • Paura per due sorelle di 13 e 12 anni, escono di casa e non rientrano per la notte: trovate dalla polizia

  • Incidente in piscina: la 12enne parmigiana è morta

  • Fidenza, consulente finanziaria accusata di irregolarità: blitz della Finanza

  • I banditi assaltano nella notte una villa di Sorbolo, bottino di migliaia di euro: rubate pistole e fucili

Torna su
ParmaToday è in caricamento