menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regolamento Polizia Urbana: il Comune a 5 Stelle contro scritte sui muri e lavavetri

Il nuovo regolamento di Polizia Urbana che oggi, 29 settembre verrà approvato definitivamente dal Consiglio Comunale contiene un inasprimento delle sanzioni per chi scrive sui muri e per le affissioni abusive e vieta attività come i lavavetri, i parcheggiatori abusivi, le "trattative per la prostituzione" e i volantinaggi

Stretta securitaria dell'Amministrazione a 5 Stelle guidata da Federico Pizzarotti. E se al tempo di Vignali fecero discutere le ordinanze che vietavano alcuni comportamenti nelle piazze e davanti ai monumenti della città il nuovo regolamento di Polizia Urbana che oggi, 29 settembre verrà approvato definitivamente dal Consiglio Comunale contiene un inasprimento delle sanzioni per chi scrive sui muri e per le affissioni abusive e vieta attività come i lavavetri, i parcheggiatori abusivi, le "trattative per la prostituzione" e i volantinaggi sui veicoli parcheggiati. La novità più rilevante riguarda la possibilità di pagare le multe svolgendo lavori socialmente utili e la diffida, un sorta di avvertimento 

LA NOTA DEL COMUNE - "La polizia Municipale ha predisposto il testo del nuovo regolamento di polizia urbana, che manderà in pensione quello del 1982. Il testo, proposto dall'assessore Cristiano Casa dopo la consultazione della città, è stato approvato all'unanimità nella Commissione consiliare competente.

Non gettare mozziconi di sigaretta, la città non è una latrina, se il tuo cane  sporca il marciapiede o lo spazio verde, pulisci, non imbrattare edifici con inutili scritte, e la scia che i bambini giochino in cortile: è il buon senso il motivo ispiratore del nuovo regolamento di polizia urbana che arriva oggi sul tavolo del Consiglio Comunale per la definitiva approvazione dopi i passaggi in Giunta e in Commissione consiliare (dove è stato approvato all'unanimità),  che manderà in pensione quello del 1982.

Trentatre anni fa non c’erano ancora né cellulari ne Internet. Il mondo è cambiato, ma il regolamento di polizia urbana del Comune di Parma non era mai stato adattato ai tempi. Ora l’Amministrazione ha deciso di prendere in mano la questione e di rivedere completamente questo strumento, destinato a diventare in qualche modo uno “statuto” per la polizia municipale. E’ una sorta di testo unico sulla convivenza civile  con l’obiettivo di mettere ordine nella vita della città, introducendo istituti nuovi come la diffida e i lavori socialmente utili. Il regolamento è innovativo anche nel suo impianto punta molto sull’educazione e sulla collaborazione dei cittadini. La diffida, che verrà applicata solo in alcuni casi, serve per avvisare prima di sanzionare chi sta adottando comportamenti scorretti, mentre  i servizi socialmente utili sono previsti come alternativa alla multa (quindi alla sanzione pecuniaria). Il nuovo regolamento spazia su diversi temi legati alla convivenza civile:  si parla di quiete notturna, di salvaguardia del patrimonio pubblico, di preservare il decoro urbano (anche rimuovendo carcasse di biciclette e altri oggetti), di cura degli animali, di decoro degli edifici privati, di sgombro neve e persino di obbligo degli amministratori di condominio di esporre davanti agli edifici amministrati le targhette con le loro referenze. 

Inoltre il regolamento vieta espressamente attività quali quelle dei lavavetri ai semafori, le trattative per la prostituzione, i parcheggiatori abusivi, il volantinaggio sui veicoli in sosta e le affissioni non consentite, che verranno pesantemente sanzionate. Infine sono previste pene alternative alla multa e diffide (nei casi e con le modalità che saranno determinati dalla Giunta),  ed è previsto anche lo strumento della “mediazione sociale”, quale ad esempio la composizione dei conflitti fra vicini, con sanzioni pecuniarie per chi non rispetta gli accordi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Attualità

Vaccino Moderna: Sda consegna oggi altre 21.600 dosi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, 76 nuovi casi e 3 morti

  • Cronaca

    Covid: a Parma e provincia riaprirà un ristorante su due

  • Cronaca

    Vaccino: al via le prenotazioni per i genitori dei minori disabili

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento