Delitto di Natale, condanna di Alessio Turco a 20 anni: "Educato dal padre alla violenza"

Le motivazioni dei giudici per la sentenza che ha ridotto la pena al giovane, condannato per l'omicidio della Kelly e di Gabriela Altamirano

Alessio Turco è stato condannato, nella sentenza d'appello, a 20 anni per il duplice omicidio di Luca Manici, detto la Kelly e Gabriela Altamirano, massacrate all'interno dell'Angelica Vip Club, in un casolare di San Prospero nella notte di Natale del 2017. I giudici hanno riconosciuto ad Alessio le attenuanti generiche: la sentenza quindi non ha confermato l'ergastolo ma ha stabilito la condanna a 20 anni di carcere. Alessio, accusato dell'efferato delitto insieme al padre, che si è tolto la vita in carcere, secondo i giudici è stato "educato alla violenza e al cinismo dal padre, era subalterno al padre e lo mitizzava". Samuele Turco, 43 anni, è stato il primo arrestato per il duplice omicidio: il figlio Alessio, convocato in Questura, aveva fornito una preziosa collaborazione agli inquirenti per il ritrovamento del coltello usato per il delitto. Il 25 luglio del 2017 Samuele Turco si è impiccato nel carcere di via Burla: da quel momento il figlio Alessio è l'unico imputato per il delitto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Si schianta fuori pista: muore sciatore parmigiano di 39 anni

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Pizzarotti a Salvini: "Ecco il delirio di un uomo, tu non mandi a casa proprio nessuno"

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

Torna su
ParmaToday è in caricamento