menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Deposito bici, chiusura estiva. Comune: "Perdita di 30 mila euro"

L'amministrazione risponde alle critiche dell'associazione per la sospensione del servizio nelle 2 settimane di agosto: "La chiusura del periodo di ferragosto risulta il tempo minimo che veniva attuato anche nel passato"

Dopo la protesta di Legambiente per la chiusura estiva del deposito di biciclette in stazione interviene il Comune di Parma con una nota, dove precisa alcune questioni legate al servizio gestito dalla società Infomobility. “Preme sottolineare innanzitutto due fatti: la nuova Velostazione temporanea è stata costruita ed attivata in tempi record e secondo le norme vigenti ed è stata realizzata per sostituire quella prima attiva nel fabbricato di proprietà RFI che doveva essere rimesso a disposizione ; il Comune e Infomobility hanno messo in piedi ed organizzato un servizio dandone sempre il massimo risalto ma soprattutto ampliando l’offerta in termini temporali, di quella che fu sempre stata nel passato".

"La chiusura del periodo di ferragosto -prosegue la nota- risulta il tempo minimo che veniva attuato anche nel passato ed il momento particolare non aiuta certo a disporre di maggiori finanziamenti per fare diversamente, anche se tutti gli sforzi verranno riposti per i prossimi mesi nelle pieghe del bilancio comunale. Il costo del deposito e della gestione non è infatti assolutamente coperto dai rimborsi richiesti ai cittadini, si conta una perdita annua di più di trentamila euro, ma questo non ha certo fermato l’attuale Amministrazione dal perpetuare ed ampliare, ove possibile, un servizio così utile e necessario.

"La chiusura stessa è inoltre prevista dal contratto che regola il servizio, pertanto, non si comprende da dove tragga origine l’affermazione secondo cui “la chiusura della Velostazione sembra sia dettata da motivi economici, di risparmio per Infomobility”; semmai può essere vero il contrario: ovverosia qualunque prolungamento delle attuali giornate ed orari di apertura (ricordiamo come la Velostazione sia attiva dal lunedì al venerdì dalle ore 6:00 alle ore 22:30) comporterebbe un ulteriore notevole incremento nei costi di gestione del servizio".

"Relativamente alla supposta carenza di comunicazione data agli utenti, precisiamo come si sia provveduto a fornire adeguata comunicazione circa i periodi di chiusura apponendo appositi cartelli al di fuori del deposito per tutto il mese precedente la chiusura stessa e come, del resto, la notizia della chiusura estiva fosse ben a conoscenza di tutti gli utenti abituali essendo, per l’appunto, una interruzione ricorrente ogni anno sempre nel mese di agosto. E’ pur vero che un comunicato a mezzo stampa avrebbe maggiormente diffuso ai cittadini la notizia e per questo chiediamo scusa per non aver ottemperato ad un obbligo a cui cercheremo di ottemperare in occasioni future. Ci preme però sottolineare come le biciclette che si trovano attualmente all'interno della Velostazione siano di utenti che, consapevolmente, hanno deciso di tenere le biciclette nel deposito durante il periodo di chiusura estivo".


"Sul lato dei costi per gli utenti, evidenziamo come, ormai da tradizione, a tutti gli utenti che hanno sottoscritto un abbonamento mensile, per il mese di agosto sia stato effettuato uno sconto sul costo dell'abbonamento, in funzione dei giorni di chiusura del deposito stesso. Con la speranza di aver contribuito a chiarire l’atteggiamento e la volontà dell’Amministrazione, che è assolutamente quella di favorire il trasporto alternativo all’auto privata ed il miglioramento dell’ambiente in cui viviamo, si ringrazia in ogni modo per gli spunti e per i suggerimenti che potranno venire sul tema, anche in termini di gestione ed organizzazione condivisa del servizio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento