Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Ambiente, Parma chiude il 2013 sfiorando il 60% di raccolta differenziata

L'assessore all'Ambiente Gabriele Folli: "Siamo il miglior capoluogo di Provincia della Regione in termini di rifiuto indifferenziato procapite avviato a smaltimento"

"Raccolta differenziata. Ottimi i risultati di dicembre -si legge in una nota del Comune di Parma- che portano Parma al 58,5% nell’ultima parte dell’anno. Molto interessante anche il calo del rifiuto indifferenziato che su base annua arriva all’11,2% con 5.266 tonnellate in meno inviate a smaltimento. I risultati acquisiti, con di fatto solo 6 mesi a pieno regime per la maggior parte dei quartieri avviati con il porta a porta integrale, fanno ben sperare per ulteriori progressivi miglioramenti nel corso del 2014 quando verranno avviati quartiere Pablo e  il San Leonardo entro marzo-aprile".

“Parma è una città complessa di 190.000 abitanti-ha commentato l'assessore all'Ambiente Gabriele Folli- che nonostante le difficoltà sta procedendo a spron battuto verso livelli inimmaginabili solo 2 anni fa. Siamo il miglior capoluogo di Provincia della Regione in termini di rifiuto indifferenziato procapite avviato a smaltimento che dovrebbe essere il vero indicatore della virtuosità di un territorio. E’ vero infatti che vi sono piccoli comuni che raggiungo percentuali attorno all’80% di raccolta differenziata ma che per quasi la metà è costituita da sfalci e potature del verde, frazioni molto più facili da intercettare rispetto ad un sistema porta a porta in un centro fortemente urbanizzato come è il nostro.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ambiente, Parma chiude il 2013 sfiorando il 60% di raccolta differenziata

ParmaToday è in caricamento