menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Movimento Nuovi Consumatori su Parma Gestione Entrate: "Dimissioni di Pizzarotti e Ferretti"

Dopo il blitz di Finanza e Squadra Mobile avvenuto questa mattina il Presidente del MNC dice la sua e spiega: "Il Comune di Parma una responsabilità di tipo oggettivo, in quanto non poteva non sapere ciò che stava accadendo all'interno di una propria partecipata".

Il Movimento Nuovi Consumatori dice la sua sulle notizie del blitz di Guardia di Finanza e Squadra Mobile presso la sede di Parma Gestione Entrate, avvenuto questa mattina. Dopo le numerose denunce presentate dal Movimento nei confronti dell'ente che gestisce la riscossione dei tributi comunali in merito alle notifiche delle multe il Presidente Filippo Greci afferma in un comunicato stampa: “Nel pieno rispetto dell’indagine intrapresa dalla Procura della Repubblica, scaturita a seguito di decine di esposti presentati dalla nostra associazione contro Parma Gestione Entrate, e nel rispetto del segreto istruttorio di una lunga e complessa indagine che è solo agli inizi e non riguarda solo le notifiche fasulle, ma anche le ingiunzioni fiscali di pagamento e tanti altri aspetti, siamo a comunicare quanto di seguito.

Per mesi il Comune di Parma , nella persona dell’assessore Ferretti, aveva difeso l’operato di PGE (Parma Gestione Entrate ndr): questo nonostante centinaia di sentenze statuissero chiaramente  che PGE non poteva operare come Ente riscossore in quanto non iscritto all’albo nazionale.

Solamente a novembre 2015 PGE ha ottenuto l’iscrizione all’albo nazionale tenuto presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Anche nel caso denunciato delle notifiche fasulle , recentemente , il presidente di PGE Tosi aveva addirittura dichiarato che era tutto regolare.

Il Comune di Parma nella persona dell’assessore Ferretti, unitamente ai vertici di PGE ed all’avv.Marco Zincani, preannunciava una denuncia per diffamazione a mezzo stampa e calunnia nei confronti del presidente di MNC, Dott. Filippo Greci e degli avvocati di MNC, nel febbraio 2015 nel corso di una conferenza stampa pubblica: di quella Denuncia nulla è dato sapere in quanto i presunti denunciati mai hanno ricevuto alcuna comunicazione dagli organi preposti.

Il Comune di Parma continua a costituirsi in giudizio a fianco di PGE nei processi d’Appello presso il locale Tribunale, avverso le sentenze vittoriose che il Movimento Nuovi Consumatori ha riportato avanti l’intero collegio dei giudici di Pace di Parma: costituendosi il Comune di Parma dichiara nei propri scritti che PGE ha operato in modo regolare, quando fior di sentenze e l’indagine odierna sembrano dimostrare l’esatto contrario.

Il Comune di Parma ha quindi chiaramente una responsabilità di tipo oggettivo, in quanto non poteva non sapere ciò che stava accadendo all’interno di una propria partecipata, quella più importante della galassia di partecipate che il sindaco Pizzarotti aveva promesso di chiudere.. 

L’incarico conferito ad una società di revisori per verificare la falsità delle notifiche, apparentemente senza una gara d’appalto e con i costi che ricadono sui cittadini, ha ora il sapore di una vera e propria beffa e non lenisce di certo la posizione del Comune stesso nella vicenda, giacche’ il medesimo avrebbe dovuto vigilare sin dall’inizio di tutta la vicenda.

Per tale ragione chiediamo le dimissioni immediate dell’assessore Ferretti e del sindaco Pizzarotti

L’indagine e’ chiaramente solo all’inizio, ma Mnc , nel caso in cui si arrivi ad un processo, preannuncia di volersi costituire parte civile nei confronti di tutti coloro che saranno ritenuti responsabili dei reati ascritti; del pari i legali di MNC saranno a disposizione per qualunque cittadino che intenda agire in giudizio per il ristoro dei danni”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento