menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione inaccessibile ai disabili? Comune: "Tutto a norma"

All'indomani delle polemiche delle associazioni disabili sulla presunta inaccessibilità della nuova stazione la replica di Stu e dei tecnici del Comune, Alinovi: "Non ci sono anomalie, addolciremo le rampe per garantire maggiore fruibilità"

"Non accetto pareri su un’opera non finita, ci sono aspetti da modificare ma non ci sono barriere architettoniche per disabili o parti non a norma. Siamo disposti a operare modifiche su rampe che possono risultare scomode ma non sono accettabili attacchi su un cantiere ancora aperto". L’amministratore delegato Stu stazione Isabella Tagliavini risponde così alle polemiche dei giorni scorsi sfociate in un intervento del senatore Giorgio Pagliari appoggiato dalle associazioni per i diritti dei diversamente abili. 

La denuncia di Pagliari pone l’accento sulla presunta impossibilità per un disabile di fruire in maniera autonoma della nuova stazione sottolineando che per andare alla fermata dell’autobus usufruendo degli ascensori un disabile sarebbe im1possibilitato a raggiungere la banchina nel piano sotterraneo per via dell'inclinazione della pedana. ‘‘La pendenza eccessiva rende impossibile l'accesso sicuro alla fermata da parte dei cittadini diversamente abili che percorrono le limitrofe di via Bottego e via Alessandria”, ha sottolineato Pagliari. Per rispondere alle polemiche e testare l’accessibilità della stazione, Tagliavini ha invitato Susanna, una giovane disabile, a visitare insieme alla stampa i locali dell’area e capire quali potrebbero essere le difficoltà di accesso allo stato attuale. Presenti all’incontro tra gli altri anche l’assessore Michele Alinovi, l’ingegnere Giampaolo Monteverdi per il Comune di Parma e i rappresentanti di associazioni a tutela dei disabili, tra cui Bruna Bucci Guerra, presidente Alba Parma. 

Disaccordo tra le parti sulle criticità per l’accesso: i rappresentanti delle associazioni per disabili contestano tutti gli attraversamenti pedonali ritenendo che mancherebbero indicazioni per non vedenti e che ci sarebbe discontinuità nel percorso, in particolar modo nei marciapiedi. “Ci sono priorità per una città come Parma, una dovrebbe essere l’accessibilità – sottolinea Bruna Bucci Guerra, Alba Parma - . Io disabile devo poter viaggiare come tutti, la dignità sta nel rispetto dei cittadini dando pari opportunità. Siamo cittadini e dobbiamo essere messi in condizione di viaggiare come tutti gli altri”. Secondo quanto sottolineato dall’assessore Alinovi invece non ci sarebbero anomalie: “L’area è pienamente accessibile, non ci sono barriere, le salite presenti rispettano la norma di pendenza inferiore all’8%, per le brevi distanze non esiste l’obbligo della pendenza dell’8% ma per buon senso e non creare disagi faremo le modifiche segnalate”. Le uniche criticità secondo i tecnici del Comune riguarderebbero le quattro rampe degli attraversamenti pedonali sul lato nord del piazzale verso viale Bottego che non sarebbero pienamente a norma. “Stiamo studiando il modo di addolcire le rampe -. sottolinea l’ingegnere Monteverdi -. Riguardo la fermata del filobus faremo un aggiornamento per modificare le rampe includendo un rialzo di 3 cm per favorire l’accesso ai disabili. Si tratta di dettagli che modificheremo in corso d’opera, i lavori non sono ancora ultimati, ma speriamo di riuscire a consegnare alla cittadinanza l’apertura della nuova biglietteria per il 5 maggio, in vista del Cibus”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento