Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Cittadella / Via Traversetolo

Disabilità, successo del centro estivo all'interno del Parco di Marano

Nato più di dieci anni fa dall'esigenze di alcune famiglie oggi è un punto di riferimento per i ragazzi che lo frequentano da giugno a fine agosto, previste numerose attività ricreative

I ragazzi e le ragazze del Centro estivo al Parco di Marano

Successo per il Centro estivo per adolescenti con disabilità al Parco di Marano. Nato più di 10 anni fa dall’esigenza di molte famiglie di trovare, nei mesi di chiusura delle scuole, un’occasione per far vivere ai propri figli un’esperienza d’aggregazione, crescita, divertimento e sport rappresenta un punto di riferimento per tanti ragazzi e ragazze con problemi di disabilità. Le famiglie che hanno aderito al progetto sono 22 e ogni turno di Centro estivo ospita dai 10 ai 17 ragazzi affiancati dagli educatori che afferiscono al Servizio d’Integrazione scolastica dell’Agenzia Disabili del Comune di Parma.

I gruppi sono affiancati da 2 volontarie del progetto di Servizio civile “Pianeta adolescenza: volontariamente insieme”. L’offerta è quella di uno spazio ricreativo immerso nel verde per giovani dai 15 anni in poi, residenti a Parma, aperto dal 19 giugno al 28 agosto. Le famiglie, inoltre, possono utilizzare senza nessuna spesa aggiuntiva, il trasporto dedicato: un pulmino della ditta di trasporti che collabora con il Servizio Politiche per i Disabili è infatti disponibile per tutta l’estate per accompagnare i ragazzi dalla loro abitazione al Centro estivo e ritorno.

Le attività

Due giorni alla settimana viene utilizzata la piscina inserita nel parco, mentre una mattina è dedicata alla pet-therapy con Lorenza Piga del Soccorso cinofilo parmense e i suoi cani. Vengono effettuate anche sedute di shatsu con Elena Reggiani e una visita alla vicina fattoria Alberti. Nel mese di luglio, invece, in alcune mattine i ragazzi si sono sperimentati in un percorso di Dance-Music-Art con Emanuela Cassola. Non mancano i laboratori gestiti direttamente dai ragazzi e dai loro educatori: la cura quotidiana dell’orto, la ormai storica ”Radio Marano” e i nuovi laboratori di cucina, di fotografia e del legno. Ogni esperienza di questa lunga estate ha il duplice obiettivo di divertire e di sostenere al massimo i ragazzi nel raggiungere o consolidare le autonomie possibili. Non mancano le uscite, tra queste, quelle al parco Nevicati, alla fattoria Ciaolatte, ad alcuni vivai al Centro cinofilo S.Michele e al Centro ippico “Il cinghio”.

“In questi anni l’Amministrazione comunale ho voluto investire in modo particolare per il benessere delle persone con disabilità – afferma Giovanni Paolo Bernini, assessore all’Agenzia Disabili - “La casa nel bosco” è un luogo per tutti, dedicato in modo speciale ai bambini e agli adolescenti disabili e alle loro famiglie. La soddisfazione più grande è sapere che le famiglie hanno percepito chiaramente la nostra attenzione al mondo della disabilità: i genitori che hanno iscritto i loro figli al centro estivo nella “Casa nel bosco” hanno apprezzato moltissimo la ristrutturazione della struttura, adeguata ai bisogni di tutti, e la presenza di educatori competenti e preparati, che ringrazio per il loro impegno e per aver reso questa estate un periodo di serenità davvero per tutti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disabilità, successo del centro estivo all'interno del Parco di Marano

ParmaToday è in caricamento