menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Discarica in strada del Naviglio Alto, i giovani: "Puliamo il Parco Nord"

ParmaToday aveva documentato diverse settimane fa lo stato di degrado dell'area. Ora l'iniziativa dei ragazzi della Casa nel Parco che invitano cittadini e istituzioni a partecipare alla pulizia dell'area

Copertoni, plastica, bottiglie, resti di materiali cantieristici e un materasso matrimoniale. Sono parte integrante della situazione in cui versa Strada del Naviglio Alto, una realtà di degrado che abbiamo già documentato settimane fa anche attraverso le immagini.
L'accento posto sul problema ha tenuto aperto il dibattito sul tema del degrado cittadino e delle situazioni che necessitano di interventi urgenti.

La denuncia dello stato di Strada del Naviglio Alto ha probabilmente contribuito ad avviare l'iniziativa "Puliamo il Parco Nord", previsto per giovedì 16 giugno alle 16, nella sede del Centro Giovani Casa nel Parco in via Naviglio Alto 4/1. L'iniziativa è ad opera dei ragazzi della Casa nel Parco,  il centro giovani del Comune gestito da Engioi, in collaborazione con Legambiente e Radioweb. L'obiettivo di sensibilizzazione si realizza attraverso l'invito  alla partecipazione cittadina da parte di un gruppo di ragazzi, nell'intento di trasmettere agli altri attenzione e rispetto per l'ambiente e per Parma.

"Significativo che siano proprio loro ad agire concretamente con interventi simili, quando chi si è detto pronto a farlo lascia ancora tutto così com'è", il commento stizzito di un residente. Il riferimento è alla campagna portata avanti dal Comune, "Parma non è un porcile", che prevede il controllo costante del territorio cittadino attraverso delegati definiti "pretoriani del decoro urbano". Si tratta di quattro squadre con il compito di girare la città e segnalare casi di vandalismo e garantire interventi celeri per la riqualificazione delle zone sensibili. Un miraggio, secondo chi è costretto a fare i conti quotidianamente con realtà di degrado che non vedono soluzione nell'immediato.

"E' positivo però – afferma un residente – che siano dei ragazzi così giovani a fare queste cose, perchè saranno quelli che un domani, si spera, non andranno di notte a gettare il frigorifero in una piazzola di sosta. E' fondamentale che i giovani per primi capiscano questo messaggio, al di là che il problema li tocchi personalmente o meno perchè, guardi, prima o poi i rifiuti davanti casa se li trovano tutti se andiamo avanti così. Parma è troppo abituata a guardare solo al proprio giardino, bisogna ragionare come comunità, quindi è un bene che almeno loro abbiano capito l'importanza del problema".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma scongiura la zona rossa: restiamo arancioni

  • Cronaca

    Covid, record di casi a Parma: + 234 e 5 morti

  • Cronaca

    Parma in zona rossa: oggi si decide

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento