Discarica a cielo aperto: anche la Bibbia tra i rifiuti dell'area Spip

Ennesimo caso di abbandono illecito di rifiuti quello di via della Tecnologia, tra materiale edile, mobili, giocattoli e accessori per bambini, indumenti e plastica. E purtroppo c'è anche il testo sacro

La Bibbia tra i rifiuti

Sacchi di cemento, materiale edile di vario tipo tra cui mattonelle, tubi in plastica, barattoli arrugginiti, ma anche pezzi di mobilia,  accessori per l'infanzia tra cui un box in buone condizioni, giochi e anche la foto ancora incorniciata di un bambino oltre a scarpe e indumenti di vario genere, libri,  cd e numerose bottiglie e lattine. Una vera e propria discarica a cielo aperto quella in una zona di sosta di via della Tecnologia, un'area inserita nella parte nuova dello Spip, che presenta molti spazi isolati e non edificati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: limitazioni su orari e spostamenti

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Marito e moglie positivi al Covid escono di casa per aiutare l'amico fermato senza patente: denunciati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento