La storia fatta dalle donne: ecco il Dizionario delle Parmigiane

1530 donne: nate a Parma e nel Parmense ma anche nate altrove ma qui vissute a lungo. L'iniziativa è della Provincia di Parma con il contributo della Fondazione Cariparma. Dal periodo imperiale romano ai giorni nostri

Imperatrici e donne del popolo, cantanti, badesse, regine, attrici, partigiane, docenti universitarie, contadine, infermiere, maestre, stiliste, cuoche, lavandaie, levatrici, sportive, casalinghe, scienziate, scrittrici. E molte altre ancora. 1530 nomi: dal periodo imperiale romano (grosso modo il I secolo dopo Cristo) ai giorni nostri, fino a figure scomparse solo un mese fa. È quanto propone il “Dizionario biografico delle Parmigiane”, promosso e realizzato dalla Provincia di Parma con il contributo della Fondazione Cariparma e curato da Fabrizia Dalcò: un’opera nuova, che certo colma una lacuna rilevante  nel nostro territorio; dove i dizionari biografici sono sempre stati per lo più “al maschile”, e dove comunque mancava un’opera incentrata sulle donne che hanno fatto la nostra storia.

“Questa pubblicazione non è semplicemente un elenco di biografie ma la registrazione di tante storie di vita. Storie di donne che, nella singolarità delle proprie esperienze, sono state protagoniste di una vicenda umana che le ha consegnate alla nostra memoria, anche come esempio simbolo del profondo significato del valore delle donne”, scrive nelle pagine introduttive il presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli.

1530 donne: nate a Parma e nel Parmense ma anche nate altrove ma qui vissute a lungo. Di ciascuna il Dizionario propone una scheda biografica che ne ricostruisce vita e opere: schede composte dalla curatrice consultando altri dizionari e fonti d’archivio (soprattutto per i personaggi più noti e lontani nel tempo) ma anche con un ricco lavoro di raccolta d’informazioni fatto d’incontri e di colloqui con parenti, amici, conoscenti delle donne citate. Un lavoro lungo (nel complesso quasi due anni) che ha coinvolto un intero territorio: dalle associazioni agli enti, dalle organizzazioni ai semplici cittadini, che hanno partecipato attivamente.

Molto vasta anche la collaborazione intorno alle immagini che corredano il volume, un’ampia sezione fotografica pubblicata grazie alla disponibilità dell’Istituzione Casa della musica, del Museo Glauco Lombardi, della Galleria nazionale, del Comune di Fontanellato, di famiglie e amici delle donne presenti nel libro. “È certo che il Dizionario nasce dalla consapevolezza che, da qualche decennio, la storia è diventata più ricca ed è accaduto perché si è cominciato a indagare, ritrovare, e a dare memoria del ruolo avuto dalle donne: indagando, leggendo, valutando ci si è resi conto che anche le donne fanno la storia (insieme agli uomini) e ne sono protagoniste di pari dignità. Ecco che cosa vuole fare il “Dizionario biografico delle Parmigiane”: ricordare donne protagoniste della vita”, si legge nell’introduzione di Fabrizia Dalcò.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Covid torna ad uccidere: muore una donna

  • Aereo precipita a Cremona: muore il pilota 54enne di Fontevivo

  • I Nas di Parma fanno chiudere un bar con il 100% dei lavoratori in nero

  • Il Covid uccide per il secondo giorno consecutivo, muore un uomo: otto casi in più

  • Welcome, Mister President: al via l’era Krause

  • Maxi rissa con i coltelli all'alba all'ex Salamini, quattro feriti: due gravi al Maggiore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento