Scuola, docenti sostituiti da 'maestri del gusto': la Cisl va all'Ispettorato

La segreteria provinciale della Cisl Scuola ha depositato un esposto all'Ispettorato del Lavoro perchè sono stati assunti soggetti esterni al corpo docenti per la somministrazione dei pasti

In alcune classi degli Istituti Comprensivi “Fra Salimbene - Sanvitale”, “Montebello” e “Micheli” di Parma, per effettuare la funzione usualmente svolta dai docenti durante il  momento didattico del pasto, il Comune di Parma attraverso soggetti da esso incaricati ha reclutato addetti che non rivestono la qualifica di docente di Scuola Statale e che gergalmente sono stati anche definiti “maestri del gusto”.

"La Cisl Scuola - si legge in una nota del sindacato - dopo che sono stati inascoltati gli appelli al ripristino della legalità espressi nei mesi scorsi, ha segnalato questa grave situazione all’Ispettorato del Lavoro, affinchè verifichi l’inquadramento professionale delle persone chiamate al posto degli insegnanti. Si ritiene grave che i docenti statali, vengano sostituiti come se nulla fosse, da altri soggetti la cui assunzione è fuori da ogni procedura di reclutamento tramite graduatorie, questo solo per dare una parvenza di efficienza a fronte dei tagli inferti alla scuola pubblica e per far apparire che i tagli di insegnanti non sono avvenuti".

"La Cisl Scuola - conclude il sindacato - si è mossa chiedendo spiegazioni e manifestando il proprio dissenso presso le scuole che hanno  adottato queste modalità:  scuola “Don Milani di Via Montebello, scuola  “Bozzani” di Porporano, scuola “Micheli” di Via Micheli, scuola “Adorni” in Via Paciaudi e Istituto Comprensivo Fra Salimbene – Sanvitale”. La Cisl non può tollerare che i bambini vengano affidati durante l’orario scolastico a persone diverse dai docenti, estranee all’ordinamento della Scuola Statale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borghese porta Parma su Sky: quali saranno i quattro ristoranti in gara?

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • Parma in zona gialla dal 4 dicembre

  • Mascherine, istruzioni per l'uso: mai portarla in tasca o al braccio

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

Torna su
ParmaToday è in caricamento