menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In auto con documenti falsi e attrezzi da scasso: 31enne in manette

Controllo in piazzale Pablo: uno dei due giovani è scappato appena ha visto i poliziotti, l'altro è stato bloccato ed arrestato


Nel corso di un servizio straordinario “antispaccio” della Polizia di Stato realizzato in collaborazione tra la Questura di Parma, il Reparto Prevenzione Crimine Emilia Romagna Occidentale di Reggio Emilia e la Polizia Municipale di Parma, alle 16.20 circa di ieri 3 aprile 2017 una pattuglia della Polizia Municipale ha proceduto d’iniziativa, in Piazzale Pablo, al controllo di un’auto con due persone a bordo. A bordo dell’auto sono stati identificati due cittadini albanesi: T.C., 37enne pluripregiudicato per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, e F.V., 31enne pregiudicato, entrambi non residenti in città. Mentre da subito i due hanno dato segni di nervosismo ed insofferenza al controllo, il conducente T.C. si è dato improvvisamente alla fuga, lasciando sul posto i documenti e il compagno, che è stato immediatamente bloccato.

Sottoposto a perquisizione personale, è stato trovato in possesso di una carta d’identità rumena intestata ad un cittadino rumeno ma riportante la foto dell’uomo che si era dato alla fuga. Inoltre, a bordo del veicolo sono stati trovati diversi attrezzi da scasso. Condotto in Questura, F.V. è stato tratto in arresto per possesso di documento falso valido per l’espatrio mentre tutto il materiale rinvenuto nel corso della perquisizione è stato sequestrato. Su disposizione del P.M. di turno, poiché F.V. è risultato essere regolare sul territorio, incensurato e domiciliato a Cremona presso un parente, è stato rimesso immediatamente in libertà in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto e di giudizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento