Donna aggredita da un giovane in via Farini: "Mi ha rubato il portatile e poi è scappato in scooter"

La testimonianza della vittima: "Le persone hanno sentito le urla e visto la scena ma nessuno si è avvicinato"

Un nuovo caso di aggressione e scippo in pieno centro storico a Parma, nella serata di mercoledì 22 gennaio, verso le ore 21. "Stavo tornando a casa, dopo il lavoro, e sono stata aggredita in via Farini da un giovane che era a bordo di uno scooter con il bauletto per le pizze. Si è avvicinato e mi ha rubato il computer portatile". Inizia così il racconto di una donna che ha denunciato di essere stata scippata verso le ore 21 di ieri, mercoledì 22 gennaio, in pieno centro storico.

La vittima, che ha presentato denuncia ai poliziotti che ora stanno indagando sulla vicenda, era a piedi e stava camminando. Arrivata all'altezza dell'autoscuola è stata avvicinata da un giovane che le ha sfilato il computer portatile. "Dopo lo scippo è fuggito con lo scooter, verso piazza Garibaldi. Le persone hanno sentito le urla e visto la scena ma nessuno si è avvicinato. Sono poi entrata in un bar: da lì ho chiamato la polizia perchè avevo il cellulare scarico". Gli agenti sono arrivati sul posto per raccogliere la testimonianza della donna ed ora stanno lavorando per identificare l'aggressore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "C'è una festa clandestina" e chiamano i carabinieri: era un giovane che giocava alla playstation

  • Parma a rischio chiusura totale, Venturi: "Valutiamo se fermare tutto"

  • Va in auto in un supermercato di San Polo d'Enza per fare avance ad una cassiera: parmigiano denunciato

  • Coronavirus, i 'furbetti' del supermercato: "Chi esce per comprare solo una birra è incosciente"

  • Coronavirus: dopo Piacenza nuove restrizioni in arrivo anche a Parma

  • Coronavirus: ecco cosa si può fare e cosa no a Parma dopo le ultime norme

Torna su
ParmaToday è in caricamento