menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Documenti': e lei scaglia un pugno in faccia a un agente, che lo evita

Ieri notte una 40enne è stata denunciata per resistenza a Pubblico Ufficiale in borgo delle Colonne. Ha reagito in modo sorprendente. Sul ponte di Mezzo un uomo ha minacciato gli agenti

Ha reagito alla richiesta di documenti da parte della polizia cercando di sferrare un pugno in faccia a uno degli agenti. E' finita con una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale la nottata di una donna di 40 anni nata a Venezia che si trovava ieri sera in borgo delle Colonne a Parma e che ha reagito in modo sorprendente ai controlli. Erano circa le 2 quando una volante incrocia la donna e le chiede i documenti. Ma lei non ci sta e decide di aggredire un poliziotto che riesce ad evitare il pugno.

Nel pomeriggio, una pattuglia congiunta con i militari sul Ponte di Mezzo ha controllato un uomo di 44 anni, residente a Parma, che ha reagito alla richiesta di documenti, inveendo contro gli agenti e minacciandoli gravemente. L’uomo, con numerosi precedenti penali, è stato denunciato a piede libero per il reato di minacce gravi, nonché sanzionato in via amministrativa per ubriachezza manifesta.

DROGA IN PILOTTA, E' EMERGENZA. Ieri pomeriggio, intorno alle ore 16, un equipaggio della Squadra Volante impegnato nell’attività di prevenzione dello spaccio di stupefacenti, ha trovato vicino ad una casupola in legno due piccole buste contenenti complessivamente una decina di grammi di marijuana. La sostanza è stata sequestrata a carico di ignoti. Stessa sorte dei cinque grammi sequestrati sabato mattina dopo il ritrovamento da parte dell’unità cinofila della Polizia Municipale che operava congiuntamente alla Polizia.

IN AEROPORTO CON DOCUMENTI FALSI. Erano pronti a partire col volo delle ore 14,45 di ieri diretto a Londra, ma la Polizia li ha bloccati e denunciati: questo l’esito dell’intensa attività di controllo esercitata dagli agenti della Polizia di Stato in servizio presso l’aeroporto cittadino. Durante il normale controllo documentale il personale in divisa si è imbattuto in una coppia che esibiva documenti italiani (due carte d’identità con generalità italiane da cui emergeva che gli stessi avevano residenza a Torino) nonostante si esprimesse con evidente difficoltà in lingua italiana, oltre a non comprendere bene le parole degli operatori. Insospettiti, gli agenti hanno controllato i documenti utilizzati dai due risultavano precedentemente rubati rispettivamente in provincia di Salerno e Campobasso. I due viaggiatori, in realtà albanesi, utilizzavano i documenti rubati e contraffatti con i nuovi dati anagrafici e una nuova fotografia. Per la giovane coppia è scattata la denuncia a piede libero per i reati di falso e ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: già vaccinati oltre 41mila cittadini

  • Incidenti stradali

    Ciclista investito da un'auto a Felino: grave al Maggiore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento