menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Donna gravemente ferita in centro: si indaga per lesioni volontarie

La mattina di mercoledì 13 ottobre una 56enne moldava fu ritrovata in vicolo San Moderanno: la versione dei due uomini che erano con lei convince gli inquirenti, ma non del tutto

Si aprono nuovi scenari in merito all'episodio, che non ha ancora trovato risposte certe, della donna trovata agonizzante in vicolo San Moderanno la mattina di mercoledì 13 ottobre e che è stata ricoverata nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale Maggiore di Parma. Se in un primo momento, alla presenza degli elementi registrati in seguito alle prime indagini, gli inquirenti pensavano ad un ipotesi di lesioni colpose, ora la Pm Daniela Nunno ha aperto un fascicolo per lesioni volontarie. La versione dei due ultrasessantenni, provenienti da fuori Parma, è stata ritenuta credibile dagli inquirenti ma ci sono ancora tasselli che non tornano. La donna moldava di 56 anni è ancora ricoverata in gravi condizioni: sono lei potrà sciogliere ogni dubbio o almeno parlare con gli investigatori per riferire la propria versione. Allo stato attuale delle indagini sembra che il nodo principale sia la partenza dell'auto: se il conducente è partito sapendo che la donna era attaccata l'ipotesi di reato sarebbe lesioni volontarie. La pista che viene esclusa, come già nelle ore successive all'episodio, è quella del pestaggio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa

  • Cronaca

    Firmato il Dpcm: tutte le restrizioni fino a Pasqua

  • Cronaca

    Covid: scendono i casi, salgono i morti

  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento