menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via Paradigna, giallo risolto, il testimone: "Sembrava morta..."

Intossicazione alcolica: è questo l'esito degli accertamenti compiti dai medici. L'uomo che ha chiamato il 118: "Era accasciata al suolo, non l'avevo notata. Faceva freddo, senza giubbino e con la maglia all'insù..."

Come ci sia arrivata davanti a quella chiesa, tra Piazza Picco e via Paradigna, nessuno lo sa ancora. Solo lei lo può sapere, la 39enne che aveva fatto scattare l'allarme nel quartiere San Leonardo, un quartiere già martoriato da storie pazzesche alle quali si aggiunge questa della donna ritrovata semi nuda e in stato confusionale nei pressi della Chiesa del Beato Andrea Carlo Ferrari. Gli esiti degli esami svolti in ospedale sono abbastanza chiari: intossicazione alcolica. E pare che sia una vicenda che si ripete. La donna sarebbe un volto noto per gli operatori del 118. Niente segni di violenza, né traumi, solo tanta sofferenza per una vita che neanche lei immaginava, probabilmente, di vivere così.

IL RACCONTO DEL TESTIMONE - "Io ho l'edicola nel piazzale, avevo gente in fila per comprare il giornale. Un cliente che portava a spasso il cane mi ha chiamato e mi ha chiesto se avessi un telefono, ero li da una quarantina di minuti. La donna era dietro un camion, non respirava e mi sono accertato solo se fosse viva. Saranno state le 6:10 6:15. Non aveva giubotto, aveva una maglia mezza su, era buttata sull'aiuola che divide il parcheggio prima dell'edicola. Tra gli alberi, non si vedeva nemmeno e mi sono detto: 'meglio non toccare nulla'. Quando è arrivato il 118 non c'ero . Non parlava e non so quando poi era arrivata, da che ora fosse lì".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 73enne ha un malore dopo il vaccino Pfizer

  • Attualità

    Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento