Getta l'erba' dal finestrino: arrestato un 18enne di Sala Baganza

In manette al Parco Falcone Borsellino anche un tunisino di 25 anni e un marocchino di 22 per detenzione a fini di spaccio. Denunciati un albanese 28enne con in casa una katana e un proiettile da Kalashnikov

Tre arresti, due denunce e due segnalazioni. E' il risultato del servizio dei Carabinieri di Parma nel fine settimana tra Parco Ducale, Parco Falcone e Borsellino, vicolo Santa Maria, via San Remo e Sorbolo.

ARRESTO IN OLTRETORRENTE - Il 2 febbraio scorso, nel corso di un controllo da parte degli uomini dell'Arma, è stata notata una vettura nei pressi di vicolo Santa Maria con a bordo tre persone. Notato la loro presenza, i tre hanno gettato dall'auto due involucri di marijuana, 18 grammi in tutto. A seguito di una perquisizione personale e dell'auto, è stato rinvenuto un cilum. Si tratta di uno studente appena maggiorenne residente a Sala Baganza e di due parmigiani di 18 e 20 anni, questi ultimi risultati incensurati. Nel corso della perquisizione in abitazione, a casa dello studente di Sala Baganza sono stati trovati un coltello con tracce di hashish e 8 semi di canapa indiana. Per lui, già noto alle forze dell'Ordine per precedenti specifici per stupefacenti, la condanna per direttissima a 1 anno e 8 mesi di reclusione. E' stato già rimesso in libertà.


ARRESTI AL PARCO FALCONE E BORSELLINO - Nel corso di un controllo effettuato domenica 3 febbraio, l'aliquota radiomobile ha individuato un marocchino e un tunisino in procinto di incontrarsi al parco Falcone e Borsellino. I due notati i militari hanno cercato di dileguarsi e ne è nato un inseguimento, concluso con il loro fermo grazie anche all'ausilio di un'altra pattuglia. Perquisiti, sono stati trovati in possesso di 15 grammi di marijuana suddivisi in 2 involucri, due telefoni cellulari e 285 euro un contanti. Si tratta di G.O., marocchino di 25 anni, nullafacente, pregiudicato e clandestino sul territorio nazionale, e di R.Z., tunisino di 22 anni, nullafacente, pregiudicato e clandestino. A seguito dell'arresto per detenzione a fini spaccio, R.Z. è stato già messo in libertà. Nel corso dell'inseguimento è stato fermato anche un albanese che si trovava nel parco, a seguito della perquisizione non è stato trovato in possesso di droga ma ha fornito ulteriori indicazioni circa la colpevolezza dei due arrestati, riferendo di essere stato contattato per acquistare droga da loro.

DENUNCIA IN VIA SAN REMO - In via San Remo il 3 febbraio scorso è stato fermato un albanese di 28 anni residente a Parma, operaio con precedenti per stupefacenti. L'uomo è stato trovato in possesso di 2 grammi di cocaina suddivisi in tre involucri, 1 grammo di marijuana in due dosi, uno spinello parzialmente combusto e 85 euro in tasca. Da perquisizione domiciliare è stata rinvenuta una katana e un proiettile per Kalashnikov non prodotto in Italia dei quali non era stato segnalato il possesso. L'uomo è stato denunciato a piede libero per detenzione a fini spaccio di sostanze stupefacenti, possesso di armi e di proiettile non denunciati.

DROGA AL PARCO DUCALE - Nel corso di un controllo effettuato lunedì 4 febbraio da parte dei Carabinieri di quartiere nel parco Ducale, è stato notato un fuggi fuggi generale di un gruppo di persone da una siepe. Uno di loro, fermato, è risultato in possesso di 3 grammi di hashish. Si tratta di un senegalese nullafacente residente in via Amendola. L'uomo è stato denunciato per detenzione a fini spaccio.

SEGNALATI A SORBOLO - Due studenti di 19 e 17 anni sono stati segnalati in Prefettura perchè trovati in possesso di marijuana per un totale di 9 grammi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, un nuovo Decreto tra domenica e lunedì: chiusura alle 22 e lockdown nel week end

  • Coronavirus: chiusure generalizzate e coprifuoco alle 22

  • Covid: da lunedì 19 ottobre a Parma al via i test gratuiti nelle farmacie

  • Smart working allargato, coprifuoco dalle 22 e chiusura palestre: come potrebbero cambiare le regole anche a Parma

  • Parma, quattro giocatori positivi al coronavirus

  • Allerta terapie intensive: a Parma rischio alto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ParmaToday è in caricamento