Marjiuana sotto al cippo per Tommy, ora è un magazzino della droga

Senza vergogna. I carabinieri hanno trovato mezzo chilo di marjiuana sotto al cippo dedicato a Tommaso Onofri, il piccolo ucciso nel 2006. In via del Traglione un vero e proprio deposito per gli spacciatori che nascondono qui gli stupefacenti per il mercato parmigiano

Il monumento che ricorda il luogo dove fu ritrovato il corpo senza vita del piccolo Tommaso Onofri trasformato in magazzino per la droga: è la scoperta fatta dai carabinieri che hanno rinvenuto, grazie alla segnalazione di una passante, mezzo chilo di marijuana. La droga, in un voluminoso sacchetto, era stata occultata proprio sotto il cippo che in via del Traglione, nella prima periferia di Parma, ricorda il bimbo rapito e ucciso nel marzo 2006. Secondo le indagini il luogo era stato scelto dai corrieri della droga per depositare ingenti quantitativi di stupefacenti da distribuire poi sul mercato parmigiano. A scoprire tutto è stata una donna, che ha notato un uomo avvicinarsi al cippo di Tommy e depositare il sacchetto. A quel punto è scattato la chiamata ai carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona arancione: ecco quando ci si può spostare da un comune all'altro per fare spesa

  • Dal 3 dicembre torna la zona gialla: tutte le regole per il Natale 2020

  • Verso il nuovo Dpcm: ecco cosa riaprirà e cosa no

  • "Parma potrebbe tornare presto in zona gialla"

  • Nuove chiusure e una 'finestra' per i regali: ecco come sarà il Natale parmigiano

  • Covid, netto calo dei positivi. Stabili le intensive, quattro i decessi

Torna su
ParmaToday è in caricamento