Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Spacciavano la droga dello stupro nei locali, 4 arresti tra cui un 'insospettabile' parmigiano di 52 anni

L'operazione dei Carabinieri è nata dopo la segnalazione di alcuni cittadini. Le quantità sequestrate sul mercato avrebbero fruttato 150mila euro

C'è anche un insospettabile parmigiano di 52 anni incensurato tra le quattro persone arrestate nell'ambito di un'operazione condotta dai carabinieri del Nucleo Operativo di Bologna che ha portato al sequestro di un ingente quantitativo di droghe sintetiche, le cosidette 'droghe dello stupro'.  L'indagine è nata dalle segnalazioni partite dai locali notturni bolognesi e ha portato al fermo di altre tre persone, a seguito delle perquisizioni domiciliari: un bolognese di 48 anni, con precedenti di polizia, un cosentino di 38 anni, con precedenti per spaccio e un triestino di 43 anni.

Si tratta di "insospettabili", lavoratori e imprenditori, che "arrotondavano" vendendo GHB, la cosiddetta "droga dello stupro", cocaina, mefedrone e pentedrone, un quantitativo che immesso sul mercato avrebbe fruttato quasi 150mila euro. 

GHB (gamma-idrossibutirrico). Nota come “droga da stupro”: è incolore e insapore e solitamente viene aggiunta alle bevande. Sono sufficienti un paio di gocce (2 ml) per causare in pochi minuti disturbi della memoria e stato confusionale. 

Nell'operazione, iniziata il 5 dicembre e conclusasi ieri, ne sono stati sequestrati 3,3 litri: 3 litri al triestino, 170 ml al cosentino, 106 ml al parmense e 15 ml al bolognese. 

Mefedrone. Sostanza psicoattiva che agisce sul sistema nervoso centrale, provocando alterate percezioni della realtà. E' disponibile sul mercato della droga in pasticche,  cristalli o polvere bianca che può essere ingerita, sciolta in un liquido, sniffata o iniettata. Si tratta di un eccitante con effetti simili a quello della cocaina. I militari ne hanno sequestrato poco meno di 3 etti: 40 gr al cosentino, 5 al triestino, 210 grammi al parmense e 35 grammi al bolognese. 

Pentedrone. Sostanza psicoattiva che provoca agitazione, confusione e disorientamento. E' disponibile sul mercato in povere o cristalli. Può essere ingerita o iniettata. 26 grammi sono stati sequestrati al 52enne di Parma. 

Il 38enne cosentino inoltre è stato trovato in possesso di 3 grammi di cocaina e 10mila euro in contanti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spacciavano la droga dello stupro nei locali, 4 arresti tra cui un 'insospettabile' parmigiano di 52 anni

ParmaToday è in caricamento