menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Due denunce per truffa a Colorno e Sissa Trecasali

Il primo denunciato un uomo moldavo che aveva garantito a una connazionale di consegnare dei soldi alla famiglia in Moldavia e non lo ha mai fatto. Il secondo aveva messo in vendita on line una Play Station 4 sparendo dopo aver ricevuto il pagamento dall'acquirente.

I Carabinieri della Stazione Sissa hanno denunciato per truffa un uomo di 32 anni di origine moldava, residente a Parma, perché lo scorso mese di settembre, dovendosi recare nel suo paese natale, si era offerto quale “corriere” per consegnare ai familiari di una connazionale che abita a Sissa del denaro.

Prima di partire la donna gli ha consegnato circa seimila euro in contanti da dare ai familiari, scoprendo poi che questi ultimi non avevano mai ricevuto i soldi. La donna ha cercato quindi, ripetutamente, di mettersi in contatto con il connazionale che si è invece reso irreperibile. Arresasi davanti alla realtà si è rivolta alla locale 

Stazione dei carabinieri che, dopo aver identificato il trentaduenne, lo ha denunciato all'autorità giudiziaria.

Per lo stesso reato, questa volta avvenuto on line, è stato denunciato un uomo di 40 anni residente nell’hinterland milanese. L'uomo aveva messo in vendita una Play Station 4 al prezzo di 160 euro. 

Un abitante di Torrile, interessato all’acquisto, ha quindi contattato il venditore versando la somma pattuita su una carta di credito “Poste Pay”. Dopo aver atteso invano l’arrivo della consolle ha deciso di contattare il venditore che, dal momento in cui ha incassato la somma di denaro, non si è più fatto rintracciare. A seguito 

della denuncia i carabinieri della Stazione di Colorno hanno identificato l’uomo, con alle spalle svariati reati analoghi, denunciandolo all’autorità giudiziaria per truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento