Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Ecco cosa succederà dopo il 15 gennaio: ancora coprifuoco e divieto di spostamento tra regioni

Tutte le regole allo studio: la zona bianca è ancora lontana

Dopo il 15 gennaio le misure di contenimento del contagio da Covid-19 saranno probabilmente prorogate, almeno fino alla fine di gennaio. A partire dal 16 gennaio infatti entrerà in vigore un nuovo Dpcm o un nuovo decreto legge che disporrà le nuove regole per il territorio di Parma e provincia. Ecco quali saranno i punti centrali: 

  • verrà confermato il divieto di spostamento tra le regioni e il coprifuoco alle 22, così come la chiusura alle 18 dei bar e ristoranti nelle zona gialle.
     
  • dovrebbero rimanere ancora chiuse palestre e piscine; di quest'ultimo aspetto si parlerà probabilmente nella prossima riunione del Cts e l'ipotesi è quella di agganciare aperture e chiusure al sistema delle fasce; 
     
  • non è ancora definito se rimarrà o meno la deroga per la visita a parenti e amici ma in ogni caso varranno le regole della zona gialla rafforzata, ovvero che lo spostamento sarà consentito all'interno del proprio comune. 

"Il ministro Vincenzo Spadafora sta lavorando per consentire che nelle aree gialle si possa tornare ad allenarsi in forma individuale anche a calcio, basket e negli altri sport di squadra. Il ministro vorrebbe tornare alla situazione precedente al Dpcm del 4 novembre, quando gli sport erano regolati per fasce e non era ancora scattato lo stop nazionale a palestre e piscine. Ma non sarà facile superare le perplessità dei rigoristi Speranza, Boccia e Franceschini". In più nella nuova legislazione dovrebbe esordire la zona bianca proposta dal ministro della Cultura Dario Franceschini, dove:

  • non dovrebbe essere in vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5 (altrimenti non avrebbe senso tenere aperti bar e ristoranti);
  • non dovrebbero esserci limitazioni all'apertura e al servizio di bar, ristoranti, pub, locali pubblici in generale; 
  • dovrebbero riaprire, con regole e limitazioni simili a quelle introdotte durante il primo lockdown, palestre e piscine attraverso un protocollo da stilare tra gli operatori e il ministero della Salute e dello Sport;
  • dovrebbero riaprire, con regole e limitazioni simili  a quelle introdotte durante il primo lockdown, musei, mostre, teatri, cinema e sale da concerto attraverso un protocollo da stilare tra gli operatori e il ministero della Salute e della Cultura. 

Il Governo pensa di concedere la zona bianca a quei territori che abbiano l'indice di contagio Rt sotto una certa soglia (si parla di 0,50) e, soprattutto, un'incidenza media nella popolazione al di sotto dei 50 casi ogni centomila abitanti. Attualmente l'incidenza media è a quota 135. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco cosa succederà dopo il 15 gennaio: ancora coprifuoco e divieto di spostamento tra regioni

ParmaToday è in caricamento