menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco la falsa Onlus che gestiva il centro di accoglienza del Cornocchio

Il centro di prima accoglienza, creato dalla Onlus Milano Solidale, una delle quattro coinvolte nell'inchiesta Fake Onlus, è stato attivo da maggio a novembre del 2017

Ha gestito il centro di prima accoglienza di Parma al Cornocchio dal maggio al novembre del 2017 per un compenso di 84 mila euro. La Onlus Milano Solidale che, secondo l'indagine della Guardia di Finanza di Lodi, era una delle quattro 'fake Onlus' al centro dell'inchiesta che ha portato all'arresto di undici persone per associazione a delinquere, truffa ai danni dello Stato e autoriciclaggio, si è occupata dell'accoglienza dei migranti all'interno della struttura. I rappresentanti della Onlus avrebbe presentato una domanda di ammissione "volutamente incompleta e in violazione delle norme attestando falsamente la presenza di mediatori culturali e personale specializzato idoneo a garantire dei servizi". 

Fake Onlus: le indagini 

Le onlus al centro dell'operazione risultano collegate "a noti pluripregiudicati appartenenti alla 'ndrangheta"  e sarebbero state utilizzate per consentire a persone recluse di "accedere ai benefici di legge attraverso l'assunzione presso le predette cooperative". Le onlus sarebbero state "sfruttate per fare ottenere a persone recluse, attraverso il rilascio di documentazione falsa, la concessione della misura alternativa alla detenzione da parte del magistrato di sorveglianza". 

Le quattro Onlus sotto accusa avrebbero utilizzato falsi documenti per partecipare a bandi pubblici ed ottenere, di conseguenza, i finanziamenti. I soldi, secondo l'accusa, sarebbero stati utilizzati per scopi personali. I bandi sono stati emessi tra il 2014 ed il 2018 dalla Prefetture di Parma, Lodi e Milano. Nel corso delle indagini, condotte dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Lodi, "sono emersi "i tratti essenziali di un pericoloso sodalizio criminale che si è stabilmente inserito nelle gare pubbliche per la gestione dell'emergenza migranti indette dalle Prefetture di Lodi, Pavia e Parma con la progressiva costituzione di Onlus-Cooperative, collegate tra loro da mirati interscambi di cariche amministrative appositamente costituite al sol fine di partecipare ed aggiudicarsi le gare/convenzioni indette dalle citate prefetture offrendo, spesso, il prezzo più conveniente a ribasso, producendo a supporto documentazione non veritiera sui servizi offerti ai migranti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

I 4 ristoranti a Parma: ecco quali sono i locali visitati

Attualità

Blok 30, il nuovo centro polifunzionale di Parma

Ultime di Oggi
  • Sport

    Parma, altra beffa a tempo scaduto: Muriqi gela Colombi al 90'

  • Cronaca

    Coronavirus, cresce il numero dei positivi a Parma: 85

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento