menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecosistema Scuola 2011: Parma è terza nel rapporto di Legambiente

L'indagine prende in esame 42mila edifici scolastici di 93 capoluoghi di provincia: si analizza la qualità dell'edilizia scolastica, delle strutture e dei servizi. Al primo posto c'è Prato, seguita da Trento

Le scuole di Parma restano fra le migliori d’Italia. La conferma arriva dal terzo posto assegnato alla città emiliana da “Ecosistema scuola 2011”, il rapporto di Legambiente che prende in esame le scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado di 93 capoluoghi di provincia. Al primo posto per la qualità delle strutture scolastiche quest’anno c’è Prato, seguita da Trento, mentre a Parma va la medaglia di bronzo.

L’indagine di Legambiente, presentata questa mattina a Lucca, ha analizzato 42mila edifici scolastici prendendo a riferimento diversi parametri, come la presenza di amianto e di radon, la vicinanza agli elettrodotti, ai siti industriali, alle fonti di inquinamento acustico, alle antenne per la telefonia cellulare e alle emittenti televisive.

Fra i criteri utilizzati per stilare la classifica generale rientrano anche le spese sostenute dagli enti locali per la manutenzione ordinaria e straordinaria, la presenza di strutture dedicate allo sport, la diffusione della raccolta differenziata, l’utilizzo di prodotti bio nelle mense e l’attenzione al risparmio energetico.

Nel dettaglio, dal rapporto “Ecosistema scuola 2011” emerge che Parma è seconda in Italia, dopo Milano, per investimenti in manutenzione ordinaria con un investimento medio per singolo edificio di 25 mila euro, mentre è nona per quanto riguarda la manutenzione straordinaria (80.769,23 euro in media per edificio). Nella classifica delle buone pratiche, cioè quella relativa agli investimenti e alle pratiche ecocompatibili, le scuole di Parma si piazzano al quarto posto, e al 49° per quanto riguarda le città con scuole a rischio.

Leggendo le classifiche precedenti emerge un progressivo miglioramento della condizione degli edifici scolastici della città. Nel 2010 Parma era in seconda posizione, mentre era settima nel 2009, sesta nel 2008, terza nel 2007, 31esima nel 2006, 37esima nel 2005, 18esima nel 2004, prima nel 2003, 12esima nel 2002 e quinta nel 2001.

“Da un punto di vista infrastrutturale siamo ad un buon livello, ma possiamo e dobbiamo migliorare, come stiamo già facendo nelle nuove strutture grazie all’impiego di materiali ecocompatibili”, dichiara l’assessore alle Politiche per l’infanzia e la Scuola, Giovanni Paolo Bernini, che ricorda: “Per le nuove costruzioni l’Amministrazione ha puntato su una cultura della progettazione in grado di rendere gli edifici veramente accessibili a tutti”.

SCARICA IL RAPPORTO COMPLETO DI LEGAMBIENTE

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento