Fotografare gli edifici dismessi per valorizzarli: al via il concorso su Instagram

Da mercoledì 19 marzo per un mese potete postare le foto dei luoghi abbandonati che corredano il vostro quotidiano sull'applicazione di Instagram e per l'occasione gli hashtag da utilizzare saranno #edificidismessi

Raccontare l’Italia attraverso gli edifici che hanno fatto la storia del nostro paese: è questo l’obiettivo del nuovo challenge “Edifici Dismessi” promosso da Instagramers Italia*. Le nostre città sono ormai costellate e imbruttite da tutti  quei casermoni, fermi da tempo, abbandonati ma     avvolti da fascino e mistero. Vorremo creare una rete di comunicazione che verterà alla sensibilizzazione  verso questa problematica comune, cercando una soluzione di riutilizzo delle stesse strutture per qualcosa di più utile a livello sociale.    

Da mercoledì 19 marzo per un mese potete postare le foto dei luoghi  abbandonati che corredano il vostro quotidiano sull’applicazione di Instagram e per l’occasione gli hashtag da utilizzare saranno #edificidismessi, questo ci permetterà di avere uno sguardo complessivo e una rappresentazione unitaria di tutte le immagine raccolte dagli utenti e un quadro generale di quello che ci circonda. La fotografia postata dovrà indicare, non obbligatoriamente, anche il luogo di ubicazione e il vecchio uso se ne aveva uno. Il soggetto fotografico dovrà essere non solo un edificio o un palazzo abbandonato. Che si tratti di chiese o industrie, di piscine o ospedali, poco conta: il fascino di questi luoghi abbandonati è sempre inalterato ed è questo quello che ci interessa. Info aggiuntive: www.edificidismessi.it

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente a Castione Marchesi: muore un bimbo di tre anni

  • Aeroporto, gli industriali ci mettono 8.5 milioni di euro: ecco i nuovi voli

  • "La Pianura Padana è una camera a gas"

  • Trova una ladra in camera da letto, la blocca e la fa arrestare: 26enne serba in carcere

  • Morte del piccolo Aurelio: "Il quartiere è dilaniato dal dolore e si stringe intorno ai genitori"

  • Maxi blitz di polizia, carabinieri e finanza: città al setaccio

Torna su
ParmaToday è in caricamento