menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Edilizia residenziale pubblica, in arrivo altri 150 alloggi

L'assessore alle politiche abitative, Giuseppe Pellacini: "La firma del protocollo ci permetterà di realizzare nuovi alloggi e di acquistarne altri, al fine di favorire i processi di integrazione fra i nuclei familiari”

Oltre 150 alloggi di Edilizia residenziale pubblica (Erp) da realizzare fra il 2010 e il 2012 per dare una risposta concreta a tutte quelle persone in forti condizioni di disagio, per le quali la ricerca di un alloggio sul mercato privato risulta praticamente impossibile. L'Amministrazione comunale affronta l’emergenza casa con il Piano straordinario Erp, già votato all’unanimità dal consiglio comunale a luglio, che diventerà pienamente operativo grazie al Protocollo Acer, firmato questa mattina in Municipio dal sindaco Pietro Vignali, dall’assessore alle Politiche abitative, Giuseppe Pellacini, e dal presidente di Acer, Sergio Bertani.

Il primo punto del Piano prevede la messa a disposizione di ulteriori 154 alloggi Erp fra il 2010 e il 2012, seguita dal ripristino di altri 420 alloggi (nel triennio), in modo da soddisfare le richieste più urgenti registrate dalla graduatoria comunale del bando di edilizia pubblica. In questo modo l’Amministrazione comunale, con la collaborazione di Acer, intende incrementare in termini quantitativi e qualitativi il patrimonio di edilizia residenziale pubblica, ristrutturare gli immobili esistenti, fornire una risposta immediata alle fasce deboli che necessitano di un alloggio pubblico in affitto a canone sociale (canone medio di 120 euro al mese), anticipare interventi di manutenzioni straordinarie e acquistare altri alloggi presenti su tutto il territorio comunale.

Al fine di mettere a disposizione ulteriori 154 alloggi Erp, il Piano prevede l’acquisto di nuovi immobili (in parte sul mercato delle privatizzazioni di enti pubblici e in parte sul mercato privato dell’usato), l’acquisto di nuovi alloggi invenduti (o provenienti da progetti ministeriali di edilizia agevolata-convenzionata e non utilizzati per i fini originari), la costruzione di nuovi alloggi, la messa a disposizione dell’assegnazione Erp di alloggi in corso di costruzione da parte delle società partecipate e/o del soggetto gestore.

La firma del protocollo – dichiara l’assessore alle Politiche abitative, Giuseppe Pellacinici permetterà di realizzare nuovi alloggi e di acquistarne altri sul mercato, cercando in ogni modo di favorire i processi di integrazione fra i diversi nuclei familiari”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento