menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Effetto Parma" richiama i delusi 5 stelle: tra Liguria e Lombardia via altri 200

L'Effetto Parma di Pizzarotti attira i delusi di Lombardia e Liguria, pronti a lasciare il M5s ci sono altri 200 iscritti. Pronto un nuovo coordinamento e l'apertura di un dialogo con Pisapia

Se Pizzarotti aveva cominciato questo processo un paio di anni fa ora "Effetto Parma" sta coinvolgendo vari sostenitori 5 stelle e comuni annessi. 

Prima fra tutti la Liguria dove a uscire dal MoVimento sono in 200: a Genova, a pochi mesi dalle amministrative, è nato "Effetto Genova" e tre importanti consiglieri comunali hanno abbandonato i 5 stelle "Non siamo noi ad essere cambiati, abbiamo ancora quei sogni, quelle speranze e quella voglia che qualcuno li porti avanti nelle istituzioni, è il MoVimento ad essere cambiato" dicono Paolo Putti, Emanuela Burlando e Mauro Muscarà, i tre consiglieri dimissionari. Alla guida della svolta genovese Paolo Putti, stimato e riconosciuto ambientalista.

Altra città ligure "contagiata" è La Spezia, il consigliere grillino Fabio Vistori annuncierà a breve l'uscita dal moVimento e l'adesione a "Effetto Spezia".

A Comacchio invece dopo la cacciata del sindaco, reo di essersi proposto alla corsa delle provinciali, è in fase embrionale la nascita di "Effetto Comacchio".

Fenomeno di rimbalzo anche a Lucca che muove i primi passi nel suo nuovo progetto. A detta dei promotori non vuole essere un modo per presentarsi alle prossime amministarive: "puntiamo da prima a farci conoscere ai cittadini e, da parte nostra, a comprendere meglio i problemi della città. Vogliamo portare le idee vincenti che hanno permesso a un comune come Parma di ridurre notevolmente il suo debito. A portare a termine lavori, progetti, idee a differenza di quanto fatto dalle amministrazioni precedenti. Ormai slogan come “onestà” non bastano più, perché non serve essere solo onesti per governare una città: ci vuole anche e soprattutto competenza, rispetto e dialogo con le varie anime che vivono a Lucca. Le persone stanno perdendo fiducia nelle istituzioni, nei partiti e in chi li rappresenta".

A macchia d'olio il "contagio" tocca anche Livorno, la città del sindaco 5 stelle Filippo Nogarin già difeso dai vertici dopo l'avviso di garanzia per il caso dei rifiuti Aamps, qui a contrapporsi è il consigiere Marco Valiani con la creazione di "Effetto Livorno".

Cosa succederà invece a Palermo dove, dopo l'esposto dei grillini sulle firme false, risulta indagato anche il candidato sindaco M5s Ugo Forello leader del movimento antiracket Addio pizzo? Una questione spinosa che, alle porte delle amministrative palermitane, porta a spaccature interne al MoVimento cittadino.

Un panorama alquanto vasto quello del fenomeno parmigiano che, in città vicine alle elezioni, potrebbe dare vita a varie liste civiche, come quella nata dallo stesso Pizzarotti in cui sono già confluiti vari consiglieri. Il sindaco ha già pronto un manifesto, una carta di valori "per non imbarcare chiunque".

Dialogo stretto del sindaco anche con i deputati usciti al MoVimento: Artini, Baldassarre, Bechis, Segoni e Tuco fondatori del gruppo Alternativa Libera.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento